YOUGLAM LANCIA YOUGLAM BEAUTY PET ED È OSPITE ALL’EUROPARLAMENTO

Bellezza e sostenibilità ambientale: Youglam sposa le tematiche di FareAmbiente Nazionale attraverso la produzione di una nuova linea cosmeceutica, interamente dedicata agli animali d’affezione.

È scoccata la scintilla tra il fashion brand di Skin Care You Glam e FareAmbiente, una delle più importanti e presenti associazioni di protezionismo ambientale e animale riconosciute dal Ministero dell’Ambiente.

Occasione per comunicare questa unità di intenti, il Congresso sull’Ambiente e la chiusura della seconda edizione della scuola di Alta Formazione, che si sono svolti il 30 novembre 2022 presso la Sala delle Bandiere dell’Europarlamento a Roma, che hanno visto l’incontro tra il Managing Director di YOUGLAM, Gianluca Gatti e i vertici di Fare Ambiente, nel corso della conferenza, introdotta dal Prof. Vincenzo Pepe, Presidente Nazionale di FareAmbiente e moderata dal giornalista Mediaset Andrea Giambruno. Dopo i saluti di benvenuto dell’Europarlamentare On. Valentino Grant, sono intervenuti l’On. Vannia Gava, Vice Ministro al Ministero dell’Ambiente e Sicurezza Energetica, l’On. Giuseppina Castiello, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Ing. Andrea Lolli, Responsabile Affari Centrali Enel Italia, il Dott. Riccardo Rigillo, Direttore Centrale della Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Dott. Roberto Russo, Presidente Network Internazionale “Fispmed Onlus” – Coordinatore dell’Osservatorio Euro Mediterraneo Mar Nero e l’Avv. Francesco Della Corte, Direttore della II Edizione della Scuola di Formazione di FareAmbiente.

Fare Ambiente riconosce, nella linea dedicata agli animali d’affezione di YOUGLAM Beauty Pet, tutte le caratteristiche di ecosostenibilità e adeguatezza nei prodotti per un mercato attento all’ ambiente e al benessere dei nostri amici pelosi.

“Chi insegna ai propri figli il rispetto per l’ambiente e l’amore verso gli animali, forse senza pensarci, sta costruendo un futuro migliore” queste le parole del Managing Director di YOUGLAM in una nostra intervista poco dopo l’evento.

Press Office – Excelsum Publisher

GRANDI EMOZIONI PER I CORTI PROTAGONISTI DELLA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO IRIS ROMA

Altissimo livello artistico nella competizione ideata da Fabrizio Fazio con la preziosa collaborazione di Barbara Perisse, che ha premiato sei storie capaci di coinvolgere ed emozionare il pubblico.

Fabrizio Fazio, Barbara Perisse

Sabato 26 novembre 2022,il Cinema Don Bosco di Roma ha ospitato la seconda edizione del Premio Iris Roma, il Festival Cinematografico per cortometraggi narrativi ideato ed organizzato da Fabrizio Fazio, fondatore e direttore del Gruppo Fabrizio Fazio Communications, con la collaborazione di Barbara Perisse.

Fabrizio Fazio, Daniele Espositi, Annabella Calabrese, Barbara Perisse

Il Premio Iris Roma, presentato da Barbara Perisse, insieme allo stesso Fabrizio Fazio, ha emozionato la platea con la proiezione di sei emozionanti opere che affrontavano, seppure nel sintetico formato del cortometraggio,  importanti tematiche sociali, storiche, giovanili, culturali e sentimentali, svolte con grandissima capacità tecnica, attraverso narrazioni cinematografiche e interpretazioni artistiche capaci di coinvolgere profondamente le coscienze e l’animo del pubblico.

I corti selezionati hanno lasciato un segno parlando al pubblico dei contrasti sociali tra mondi apparentemente vicini ma inesorabilmente lontani raccontati in Notte Romana, delle problematiche connesse ai social media come le challenge on line de La Regina di Cuori o il revenge porn di Revenge Room.

Hanno commosso fino alle lacrime con lo struggente racconto dei Venti Minuti che hanno cambiato l’intera esistenza di una famiglia ebrea nei rastrellamenti tedeschi del 16 ottobre del 1943 e con la delicata e toccante interpretazione di Massimo D’Apporto e Augusto Zucchi protagonisti di Pappo e Bucco.

Hanno fatto riflettere sulle fragilità sentimentali giovanili e sui rapporti familiari malati raccontati in Bertie mi ha scritto una poesia.

La cantante Carlotta Lepoux ha allietato gli ospiti sulle note di “My Heart Will Go On”, mentre l’attrice Rossella Ambrosini, ospite d’onore della manifestazione, ha presenziato alla cerimonia di premiazione, trasmessa in esclusiva su Teleuniverso, storica emittente regionale del Lazio visibile sul canale 12 del digitale terrestre, che ha visto consegnare i seguenti riconoscimenti:

  • Miglior Regia (Valerio Ferrara per “Notte Romana” e Thomas Turolo per “La Regina di Cuori”)
  • Migliore Sceneggiatura (Vittoria Rizzardi Penalosa per “Bertie mi ha scritto una poesia”)
  • Miglior Fotografia (Alessandro Zonin per “Bertie mi ha scritto una poesia”)
  • Migliore Interpretazione (Massimo Dapporto per “Pappo e Bucco” e Annabella Calabrese per “Venti Minuti”)
  • Miglior Montaggio (Diego Capitani per “Revenge Room”)
  • Migliore Musica originale (Alessandro Speranza per “Revenge Room”)
  • Premio della Giuria popolare miglior cortometraggio (Venti Minuti).

Premio Iris Roma

premioirisroma.it

Facebook

Instagram

Press Office Excelsum Publisher

Partnership CR Movie Production con Fashion Tv Italia

La CR Movie Production è una giovane casa di produzione cinetelevisiva e si avvale di un pool di professionisti nel settore, focalizzata sulla ricerca e la realizzazione di prodotti d’autore, oltre ad occuparsi di produzioni ed organizzazione di grandi eventi moda e spettacolo.

La CR Movie Production, in stretta collaborazione con Fashion Tv Italia, annuncia l’apertura presso i propri uffici della nuova sede di Roma della FASHION TV Italia, ubicati negli Studios Cinematografici (ex De Paolis) in Via Tiburtina 521 (zona Stazione Tiburtina) dal 1^ Novembre 2022, per sviluppare i comparti che caratterizzano la Tv come Moda (eventi, presentazioni, party, backstage, fashion destination and location, videoclip), Arte (mostre ed esposizioni) Cinema (festival in Italia ed all’estero), Turismo (location & hotel), per divulgare il Made in Italy nel mondo attraverso la sua capillare rete televisiva a livello internazionale, premiata da poco su Forbes come il Network N. 1 al mondo rappresentante da 26 anni della moda e del lusso.

Le produzioni in broadcast Tv sono realizzate con le più avanzate tecnologie in Hd, Motion Grafic, 3D per fare e dare emozioni, promuovendo brands per ottenere il massimo della visualizzazione per target specifici di pubblico e mainstream.

Quindi, per qualsiasi tipo di iniziativa da promuovere e/o pubblicizzare sulla rete Fashion Tv, potrete contattarci tramite email scrivendo a: crmovieproduction@gmail.com

CR MOVIE PRODUCTION

Patrizia Ceruleo   

Producer                                                                     

CR Movie Production S.r.l. c/o Studio’S- Via Tiburtina n. 521

Via di Portonaccio n. 43 (00159) Roma

Pec: crmovieproduction@pec.it Mail: crmovieproduction@gmail.com

IL REGNO DI BABBO NATALE PRESENTA:ELFIDEA – PERSONALIZZA IL NATALE A MODO TUO

In questo magico Natale 2022, che per Il Regno di Babbo Natale segna il traguardo del decimo anno di meraviglia, le novità non mancano.

Nasce Elfidea, una linea di decorazioni unica ed esclusiva, che permette a chiunque di personalizzarla con il proprio nome o quello di chi si vuole sorprendere con un regalo speciale. Scopri come fare su http://www.elfideashop.it

Sono decorazioni regalo pensate direttamente dagli Elfetti del Regno di Babbo Natale! Originali, bellissimi, adatti ad ogni occasione e soprattutto legati ai fantastici personaggi che popolano il Regno: dal 100% Elfetto, all’Elfetta, a Steve il Candy Cane, ad Henry lo Schiaccianoci, Rudy e Lampo le Renne di Babbo Natale.

Un’idea regalo sicuramente innovativa, ma al tempo stesso un addobbo anche personale che può riempire l’albero, può essere appeso a qualsiasi parete, alle porte di casa. Insomma, in ogni luogo dove l’atmosfera del Natale la si percepisce a ogni respiro.

Elfidea “rompe” gli argini, poiché per la prima volta questi prodotti originalissimi che sono l’emblema, il marchio indelebile del Regno di Babbo Natale, non saranno reperibili solo nella sede di Vetralla, o nella vendita online. Bensì in tutti i punti Leroy Merlin d’Italia, dove potranno essere tranquillamente trovati negli appositi espositori.

Un modo per tendere la mano a chiunque voglia la sua decorazione personalizzabile Elfidea e che magari per diverse ragioni non può raggiungere il Regno, e preferisca comunque poter scegliere il proprio articolo natalizio di persona.

Ma non solo, perché Elfidea propone anche una vasta serie di prodotti Natalizi con tutti i personaggi del Regno di Babbo Natale come: Jumpers (maglioni Natalizi), Cappellini, Calzette, Puzzles, Peluches, Pins da Collezione, Accessori per la Casa, Fashion Wear e decorazioni da appendere.

Elfidea è il primo passo verso una nuova era del Regno di Babbo Natale, che nel suo cammino continua, comunque, il suo ampliamento e la sua innovazione negli oltre 8000 mq ubicati in una delle più belle zone della Tuscia, e l’industrializzazione dei suoi prodotti originali. Perché Il Regno di Babbo Natale non è semplicemente un luogo incantato. Ma è il Natale, quello vero!

Clicca qui per guardare il video

Agata Fortis alla mostra Luxury Loves Cinema & Moda: vi racconto la mia estate da conduttrice

Da “Casa Fabrique” al Charity Cocktail Gala al fianco di Vicent De Paul. Abbiamo incontrato l’attrice Agata Fortis qualche giorno fa nella splendida Roma presso il prestigioso Hotel De La Ville alla mostra fotografica “Luxury Loves Cinema & Moda” e ci siamo fatti raccontare la sua estate densa di lavoro ed appuntamenti importanti. 

Nel mese di luglio l’abbiamo vista al Fara Film Festival in veste di conduttrice e poi a dirigere le interviste sul palco del Formia Film Festival; presentatrice alla Festa del Cinema di Venezia, dopo il noto carpet (e non era neanche la prima volta che veniva invitata su quel tappeto rosso) si è recata in Campania dove ha condotto egregiamente il Picentia Film Festival diretto da Luca Capacchione.

Ci racconti l’evento dove ti abbiamo incontrato l’altra sera? Hai partecipato qualche mese fa anche ad un appuntamento della stessa organizzazione legato al padel?

Si trattava di un vernissage fotografico targato Luxury Files Magazine allestito nello splendido Hotel De la Ville Di Roma! Un’apericena con diverse leccornie, accompagnato da una bellissima musica di sottofondo dove il tema principale era il cinema e il fashion catturato in questi magnifici scatti dove i modelli erano attori conosciuti nel panorama italiano e non solo!

Agata Fortis

C’è un cortometraggio o un libro a Villa Fabrique che hanno catturato maggiormente la tua attenzione? Perchè?

A Dire il vero più di uno! Casa Fabrique ha ospitato tanti giovani artisti eccezionali quest’anno che non saprei davvero dire chi più di tutti ha destato la mia attenzione! Sicuramente, nel campo letterario, sono stata molto colpita dalla giovanissima scrittrice Cristina Leone Rossi che ha presentato il suo secondo romanzo “Dopo?” dalla trama molto avvincente, attuale, profonda e romantica. (Ero già diventata fan di Cristina dopo aver letto il suo primo romanzo “Non trovo più parole”, quindi non vedo l’ora di avventurarmi in questo suo secondo racconto!)

Senza dubbio sono rimasta colpita anche dalla giornalista, imprenditrice e scrittrice Marianna Bonavolontà. Anche lei ha presentato il suo secondo libro “La ragazza con il genio in valigia”, del quale mi ha colpito tanto l’onestà, l’umiltà e la dolcezza del modo in cui questa ragazza si racconta mettendo in luce come eventi molto dolorosi della vita ti riportino a metterti in discussione e a riconnetterti con te stessa.

Per quanto riguarda il campo cinematografico, dei lavori molto coinvolgenti e davvero ben fatti sono stati il cortometraggio di genere fantasy “Kala” del regista e attore Carlo Falconetti, e il mediometraggio scritto e interpretato dall’attore Cristiano D’alterio, dal titolo “Amarsi un po’”, storia romantica e molto commovente. Auguro davvero lunga vita e tanti altri premi e riconoscimenti a questi due giovani artisti e ai loro lavori, se lo meritano.

Alla 79′ Mostra Internazionale hai avuto occasione di visionare qualche film in concorso? A quali eventi e conferenze stampa hai partecipato?

Purtroppo, questo è stato il primo anno dove non sono riuscita a ritagliarmi un momento per vedere i film in concorso al festival in quanto ho lavorato tutte le sere, sono riuscita giusto a vedere i film fuori concorso che proiettavano, per l’appunto, a Casa Fabrique dove ho lavorato! Infatti, ho presentato il tre settembre una serata dedicata al cinema proprio nella splendida villa Malusa, Casa Fabrique, e il cinque settembre ho condotto una serata di beneficienza nel bellissimo e prestigioso Hotel Ausonia Ungaria a sostegno della fondazione City Angels. Il giorno a seguire ho dovuto lasciare Venezia per recarmi a Battipaglia per la conferenza stampa di apertura del Picentia Short Film Festival, dove ho avuto l’ingaggio da presentatrice e che si è svolto il 16-17-18 settembre.

Lo scorso 5 settembre hai introdotto e moderato il Charity Cocktail Gala voluto e organizzato dalle manager Patrizia Gaeta e Lenka Lorandi, coadiuvate dalla testata Beyond the Magazine. Ci racconti meglio le tue impressioni su questo appuntamento molto più che esclusivo?

È stata a dir poco una serata magica! L’evento si è svolto lo scorso cinque settembre nel prestigioso hotel Ausonia Ungaria di Venezia Lido in occasione del festival del Cinema. La serata era a sostegno della fondazione City Angel, per la quale sono intervenute diverse personalità che non solo hanno sostenuto economicamente la causa ma la hanno omaggiata anche con diverse performance artistiche! Tra i tanti ospiti che si sono esibiti, la celebre violinista Elsa Martignoni, la danzatrice Kiki minù con la sua danza dei ventagli e cantanti ospiti a diversi talent. A fine serata poi c’è stata la famosa premiazione degli “ I- Success awards”, agenzia leader nel campo della  comunicazione strategica del lavoro e del mondo dello spettacolo, durante la quale mi ha raggiunta sul palco il fantastico Vincent De Paul, vincitore di due Emmy Awards e con il quale abbiamo premiato tantissimi professionisti importanti  di diverse nazionalità come il produttore spagnolo Alvaro Longoria, il produttore Italiano Lorenzo Carvelli, il giovane e talentuoso attore Dobrica Tiberiu, l’imprenditore Alvaro Nunez e il musicista Pooyan Mokthari ( e molti altri! ) E quindi da che conducevo la serata in italiano, mi sono ritrovata a parlare sul palco in inglese con Vincent de Paul! Questa è stata decisamente la parte più inaspettata e divertente della serata! Soprattutto un bel banco di prova! La serata era sostenuta anche dalla nota rivista milanese Beyond the Magazine di Justine D’Angelo che nel corso della serata ha assegnato diversi premi e mi ha fatto l’onore di omaggiare anche me per la mia carrire da attrice. Premio totalmente inaspettato e per il quale sono infinitamente grata.

La cosa più bella del Picentia Short Film Festival 2022.

Tutto! Ma se devo riassumere l’emozione più grande che mi ha trasmesso è l’Amore. L’amore per il nostro mestiere che si traduce in un grande affetto, stima e rispetto tra le persone dietro tutta l’organizzazione e in una grandissima ospitalità, mi hanno fatta sentire a casa! Per me entrare a far parte di questa realtà come presentatrice era un’assoluta novità, il Picentiaera alla sua sestaedizione ed io ero nuova nell’organizzazione. C’è stato da subito un clima di familiarità, tutti i ragazzi, perché di ragazzi parliamo, è un festival gestito ed organizzato da giovani estremamente in gamba, che navigano già con una grandissima esperienza, sono stati dal primo istante super cordiali con me. È stato un vero gioco di squadra.

Progetti per l’autunno…

Ho appena finito di girare per Story Impact Italia, di Simona Rubino, un progetto sociale che ha come fine quello di diffondere sui social, ed in particolare su facebook, degli “episodi” aventi diverse tematiche sociali di cui occorrerebbe parlare e sensibilizzare gli spettatori. Progetto che stimo tantissimo e condivido!

Nel frattempo, sono felice di vedere che continuino ad arrivare provini cinematografici e televisivi oltre ad ingaggi nel settore della conduzione che continuerò a coltivare!

Press Office Roberta Nardi

Cristiano D’Alterio: il conte di Fersen e uno spettacolo da sogno che fa viaggiare nel tempo.

Ottobre di novità e di luci puntate, per una settimana intera, al Teatro 7 Off dove abbiamo visto l’attore Cristiano D’Alterio in scena, nello spettacolo di Francesca Bruni Maria Antonietta – l’ultima regina di Francia“.

Cristiano D’Alterio

Ben trovato, com’è cominciato il mese per te? Quali sono i progetti che stai portando avanti in questa stagione?

Il mese è iniziato bene… Uno spot, di una golosissima marca, uscito proprio in questi giorni e poi vari progetti teatrali, uno dei quali andato in scena dal 5 al 9 Ottobre al teatro 7 off.

Ci racconti dello spettacolo. Si tratta della stessa rappresentazione teatrale che ha letteralmente spopolato lo scorso anno al teatro Garbatella?

Si, dopo il successo dell’anno scorso, abbiamo riportato in scena  “Maria Antonietta – l’ultima regina di Francia”.
È uno spettacolo che definisco di altri tempi…Per lo stile, per la regia, per la scenicità delle scenografie e dei costumi d’epoca, insomma per la sua teatralità.

Vi sono dei cambiamenti rispetto allo spettacolo presentato lo scorso anno?

Si perché questa seconda versione ha meno attori rispetto alla versione precedente e questo ha comportato una serie di variazioni sia nel testo che nei ruoli.

Maria Antonietta – l’ultima regina di Francia

La cosa che ti è piaciuta di più del copione e della messa in scena.

La forza di questo spettacolo è nella capacità di far sentire lo spettatore completamente catapultato in un’altra epoca e costantemente coinvolto nelle dinamiche della storia.
E poi un plauso particolare va a chi ha avuto il coraggio di avventurarsi nella produzione di uno spettacolo straordinario, fuori da ciò che si è abituati a vedere.
Non a caso, lo stesso teatro 7 off, ha deciso di premiarne l’originalità, inserendolo nella sua programmazione stagionale.

Ci parli del tuo personaggio.

Interpreto il conte di Fersen, storico amante di Maria Antonietta.
Un bel ruolo,ricco di sfumature…E poi per la prima volta ho la responsabilità di dare voce ad un personaggio realmente esistito.
Responsabilità resa ancor più forte da Francesca Bruni,autrice e regista,che grazie ad un’accurata ricerca storica,ha  potuto reperire alcune delle lettere che Fersen ed Antonietta si sono scambiati ed inserirle in alcune battute

Il motivo principale per il quale a tuo parere gli spettatori sono stati così numerosi anche qui al 7 Off.

Secondo me tutti sognano di viaggiare nel tempo…E chi è venuto a vedere questo spettacolo ha avuto, in un certo senso, la possibilità di farlo davvero.

L’ARTE DI CAMILLA ANCILOTTO PER CROCE ROSSA ITALIANA

Roma: arte e solidarietà

L’opera Ab Ovo primo premio del Charity Dinner del 12 ottobre a Villa Miani in occasione del Festival del Cinema di Roma 2022

Arte e solidarietà. Un sodalizio perfetto che si consuma mercoledì 12 ottobre 2022 presso gli eleganti saloni di Villa Miani in occasione del Charity Dinner – diretto, anche quest’anno, da Tiziana Rocca in collaborazione con la Festa del Cinema di Roma – a sostegno della Croce Rossa Italiana.

Ab Ovo di Camilla Ancilotto

In occasione del consueto appuntamento di raccolta fondi che si tiene ogni anno durante la settimana capitolina dedicata al cinema italiano ed internazionale, la poliedrica artista contemporanea Camilla Ancilotto – assieme alla rinomata ditta Poignée Art, che celebra in ottobre il suo 55° anno di attività – dona una sua opera di grande prestigio, un unicum artistico quale primo premio della lotteria di beneficienza. La scultura, selezionata dagli organizzatori come primo premio della serata – è concepita specificamente dalla Ancilotto per l’esclusivo evento di solidarietà: si tratta di una preziosa scultura ovo da lei realizzata in bronzo, con un inserto cuoriforme di un vivace rosso pulsante.

Camilla Ancilotto

Ho progetto l’opera pensando all’incessante attività della Croce Rossa quotidianamente impegnata a fronteggiare le emergenze sanitarie internazionali” – afferma l’artista – “Il palese riferimento dell’opera al simbolo primario dell’uovo, da sempre legato ai miti di creazione dell’universo, sottintende la rinascita ed il rinnovamento”.

L’opera bronzea di Ancilotto invita il fruitore a specchiarsi e, traendo ispirazione dal racconto di Ovidio, a (ri)conoscere sé stesso nella superficie riflettente, andando oltre l’abbaglio della componente narcisistica ed egocentrica: l’altruismo e l’abnegazione dei volontari della Croce Rossa è difatti il tratto che il lavoro vuole omaggiare con “brillante” entusiasmo; il vibrante cuore scarlatto intende ricollegarsi idealmente all’intensa cromia della croce che campeggia nell’emblema dell’Ente ed alla grande passione di coloro che mettono la loro esistenza a disposizione degli altri.

Il pregevole manufatto – prodotto dell’azienda romana Poignée, vera e propria fabrique créative che vanta un’elevata expertise artigianale nel combinare materiali di eccellente qualità e processi innovativi, porta in sé i valori più profondi che muovono la solidarietà umana veicolando al contempo le istanze dell’arte contemporanea.

www.camillaancilotto.com

per Camilla Ancilotto – Ufficio Stampa Emilio Sturla Furnò

info@emiliosturlafurno.it

All’Università LUMSA di Roma il Convegno “Vivere in salute”

All’Università LUMSA di Roma il Convegno “Vivere in salute”

Come salvaguardare la nostra salute

Roma 27 settembre ore 16,30 Via di Porta Castello 44

Martedì 27 settembre alle ore 16,30 presso la Sala Pia dell’Università LUMSA di Roma  in Via Porta Castello 44 (Via della Conciliazione – zona Vaticano), si terrà la Conferenza / Dibattito “Vivere in salute” sulla importanza della prevenzione,  dello stile di vita e dei vari accorgimenti da seguire, che aiutano a salvaguardare la nostra salute ed a raggiungere quello stato di benessere psicofisico così sentito e ricercato da tutti, organizzato dall’A.C.M.S. Promo Grandi Eventi – Associazione culturale, in collaborazione con la Regione Lazio.

Valeria Mangani

L’appuntamento vedrà la partecipazione di relatori di alto profilo, noti professionisti del mondo della medicina, della cultura e della scienza, dello sport, della moda e dello spettacolo.

Nel corso della conferenza sarà trattato anche il tema dell’anoressia e della bulimia, grave problema da tanti ancora sottovalutato, che affligge nel nostro Paese oltre tre milioni di persone, in gran parte giovani ragazze.

L’iniziativa, rivolta in particolar modo alla fascia giovanile, proprio perché già da giovani bisogna iniziare a riflettere sul significato della parola “salute” e vuole sensibilizzare e mantenere alto e vivo l’interesse dei media, e di tutti su un tema così importante da cui dipende la nostra vita.

Considerato che l’evento si svolge presso una struttura universitaria, sarà gradita la presenza di studentesse di tutti i corsi di laurea.

Modera il dibattito:

Valeria MANGANI, icona di stile italiano nel mondo, già Vice Presidente di AltaRoma, scrittrice, Presidente di Sustainable Fashion Innovation Society, Ceo di Made in Italy Luxury Artigianale

RELATORI:

  • Irene BOZZI, psicoterapeuta, giornalista e  scrittrice
  • Silvia MIGLIACCIO, specialista in Endocrinologia e Nutrizione umana e malattie del metabolismo, Prof.ssa Associata Università Foro Italico di Roma, Segretario della S.I.S.A. Società Italiana Scienze dell’Alimentazione
  • Claudio GALLETTI, personale trainer c/o Virgin Active Roma Calasanzio, Campione di varie discipline sportive, giocatore e preparatore atletico di Handball Nazionale
  • Valerio BONAVOLONTA’, ricercatore universitario di metodi e didattiche delle attività sportive
  • Eleonora VALLONE, Ideatrice e direttrice di Acqua Film Festival,  premiata recentemente al Festival di Venezia, pittrice, attrice, giornalista ed esperta di Metodologie salutistiche in acqua
  • Ilaria DE NOVELLIS, acrobata aerea, laureata in Psicologia, già campionessa mondiale di tessuti aerei, trampoliera e ballerina per GDS PROD Giro del mondo in 80 giorni, Insegnante di discipline aeree c/o Scuola Nazionale di Circo ENACR di Parigi

Per seguire il convegno dalle 16.30 alle 19,00 di martedì 27 settembre ci si puo collegare con Google Meet e cliccare sul link https://meet.google.com/qux-cmwb-dzd.

Oppure aprire Meet ed inserire il codice: qux-cmwb-dzd

Press Office Marina Bertucci

email: t:domenici@informaperlavita.org

“Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia”

di Francesca Bruni

Dal 5 al 9 ottobre a Roma al Teatro 7 Off

Affascinante, fragile, seducente, determinata. La donna più amata e odiata della Storia. Ma chi era davvero Maria Antonietta? Cosa si nasconde dietro i falsi miti e le voci del passato?

Dopo il successo del debutto, “Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia” torna in scena al Teatro 7 Off dal 5 al 9 ottobre. È il primo spettacolo italiano che copre più di 20 anni della vita della regina, dalla sua partenza da Vienna fino alla condanna a morte sulla ghigliottina.

Maria Antonietta

Maria Antonietta è una ragazzina che a 14 anni lascia la sua casa per sposare il delfino di Francia, il futuro Luigi XVI, e diventa una regina simbolo del suo tempo, un’icona ancora oggi immortale.

Cresce accanto a un marito che non la sfiora, si fida delle persone sbagliate, si innamora di un conte svedese che non può amare, scappa dalla solitudine rifugiandosi nei giochi di carte, nelle feste e negli acquisti sfrenati. Intanto, fuori dalla gabbia dorata di Versailles, incombe un futuro di sangue e morte che cambierà per sempre le sorti del mondo.

“Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia” racconta una storia troppo spesso distorta e travisata. È uno spettacolo che commuove, fa sorridere, emoziona, e che per due ore trasporta lo spettatore in un’epoca lontana, dalla corte di Francia alle locande e le strade di Parigi.

Maria Antonietta

Un’opera che porta in scena 13 attori professionisti e due bambini, che interpretano più di 30 personaggi grazie ai costumi realizzati interamente a mano da Bàste Sartoria.

L’idea per lo spettacolo nasce da una visita alla meravigliosa reggia di Versailles, una visita fatta in un lontano giorno di vent’anni fa, ma che ha iniziato il lungo e accurato percorso di ricerca storica dietro al testo.

Ero poco più che bambina quando visitai Versailles con i miei genitori per la prima volta. Avrò avuto all’incirca la stessa età che aveva Maria Antonietta quando arrivò a Versailles da Vienna. Quel luogo, quella reggia dalla sontuosità maestosa, non saprei… ha un’energia tutta sua. E ci tornai, a Versailles, una seconda volta, qualche anno più tardi. E poi ancora e ancora. Avevo – non so come – cominciato a documentarmi su questa figura così affascinante che è la Regina Maria Antonietta”, spiega Francesca Bruni, autrice e regista dello spettacolo.

Maria Antonietta si pone come una donna moderna, iconica, affascinante, circondata da mille voci che la dipingono in altrettante sfaccettature.

L’idea è di portare in scena la vita e i pensieri di una donna, di una regina. Una storia controversa da trattare con la cura ed il riguardo che solo un palco può donare. Da una parte la regina frivola, sorda dei bisogni del proprio popolo, immersa com’è negli sfarzi regali che costituiscono il suo mondo. È vero. Ma dall’altra parte la figura umana e più intimamente segreta, custodita. Un universo privato, personale. A me interessava questa Maria Antonietta, in tutto il suo essere autentico.

E forse è proprio per questa sua autenticità che, dopo tutti questi anni, riesce ancora ad attirare l’attenzione del pubblico di tutto il mondo.

Questo ottobre, la storia di Maria Antonietta rivive sulla scena. E voi siete pronti a fare un viaggio nel tempo?

I biglietti sono in vendita sul sito.

Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia

Da mercoledì 5 a sabato 8 ottobre, ore 21:00

Domenica 9 ottobre, ore 18:00

Teatro 7 Off – Via Monte Senario 81A, Roma

Prenota il biglietto:

https://www.mariaantoniettaspettacolo.com/prenotaora

Acquista il biglietto online:

Testo e regia Francesca Bruni

Produzione Pont d’Art Italia

Costumi Bàste Sartoria

Disegno luci Pietro Frascaro

Suono Giacomo Mirto

Foto promozionali Alessio Eleuteri

Video promozionale Giorgio Gerardi

Sito ufficiale:

https://www.mariaantoniettaspettacolo.com/

Informazioni e prenotazioni:

botteghino@teatro7off.it

info@mariaantoniettaspettacolo.com

Facebook:

https://www.facebook.com/maria.antonietta.spettacolo

Instagram:

https://instagram.com/maria.antonietta.spettacolo?igshid=YmMyMTA2M2Y=

DS Automobiles 79° Open d’Italia al via, è il momento dei campioni

Inizia lo spettacolo sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma), sede della Ryder Cup 2023. La Rolex Pro-Am, che ha anticipato l’evento, è stata vinta dal team dello spagnolo Adri Arnaus

Gabriel Omar Batistuta e Filippo Celli (Foto Capretti)

Tre campioni Major, il nordirlandese Rory McIlroy, l’inglese Matt Fitzpatrick e Francesco Molinari. E ancora: uno dei giovani di maggior talento nel panorama mondiale, il norvegese Viktor Hovland, a illuminare la scena sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma), la casa della Ryder Cup 2023, dove da domani, giovedì 15 settembre, a domenica 18 si svolgerà il DS Automobiles 79° Open d’Italia, uno degli eventi più importanti e antichi nel calendario del DP World Tour.

Lo show di grande golf fatto di agonismo, tecnica e giocate di classe è stato anticipato dalla tradizionale Rolex Pro-Am, alla quale hanno preso parte 34 squadre composte da un professionista e da tre dilettanti, vinta con “meno 28” dal team dello spagnolo Adri Arnaus con i dilettanti Ugo Chimenti, Matteo Natoli e Massimiliano Lancellotti, che ha preceduto le compagini di Francesco Laporta con Alfredo Puca, Roberto Renzella e Angelo Pizzaferri con “meno 26” e di Matt Fitzpatrick con Riccardo Verga, Mauro Vinchesi e Riccardo Nicora, stesso “meno 26”, ma peggior score sulle ultime nove buche.

Rory McIlroy (Foto Capretti)

Ottima prestazione della formazione degli atleti paralimpici Vittorio Cascino, Luisa Ceola e Loris Stradi, condotti dall’australiano Lucas Herbert, quarta con “meno 24”, a dimostrazione della forza inclusiva del golf, uno sport che va oltre ogni barriera. In quinta posizione la squadra dell’inglese Tyrrell Hatton con Cristiano Brambilla, Claudio Regoli e Aroldo Aroldi, medesimo “meno 24” ma penalizzata dalle nove buche finali  e in sesta quella di Rory McIlroy con Keith Pelley, Bernardo Mattarella e Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute. Hanno partecipato alla gara, tra gli altri, gli ex calciatori Gabriel Omar Batistuta e Giancarlo Antognoni e lo showman Marcello Macchia, alias Maccio Capatonda.

Francesco Molinari (Foto Capretti)

Inizia lo spettacolo – Rory McIlroy, numero due mondiale, Viktor Hovland, numero dieci, Matt Fitzpatrick, numero undici, e Francesco Molinari, che punta a divenire il primo italiano a vincere il torneo dopo i successi del 2006 e del 2016, saranno indubbiamente i favoriti, ma non avranno un compito facile in un field in cui figurano tanti giocatori di ottima caratura. Da due past winner qualil’inglese Tyrrell Hatton (2017) e il danese Thorbjorn Olesen (2018), agli spagnoli Pablo Larrazabal (due vittorie in stagione), Rafa Cabrera Bello e Jorge Campillo, dall’australiano Min Woo Lee, fratello di Minjee Lee, numero tre del ranking mondiale femminile, ai sudafricani Brandon Stone e Daniel Van Tonder. Per proseguire con gli statunitensi Kurt Kitayama e Sean Crocker, con i thailandesi Kiradech Aphibarnrat e Jazz Janewattananond e con il cinese Ashun Wu.

Senza dimenticare due promesse come i 21enni gemelli danesi Nicolai, che difenderà il titolo, e Rasmus Hojgaard, due successi sul tour per il primo e tre per il secondo. Vi saranno anche altri vincitori di precedenti edizioni: l’inglese Ross McGowan (2020), lo svedese Rikard Karlberg (2015), i francesi Julien Quesne (2013) e Gregory Havret (2001), lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño (2007, 2012) e l’inglese Robert Rock (2011).

Edoardo Molinari (Foto Capretti)

I 19 azzurri – Saranno 19 gli azzurri in gara. Oltre a Francesco Molinari, reduce dal nono posto nel BMW PGA Championship, proveranno a far valere il loro buon momento di forma Guido Migliozzi, 13° al Wentworth Club, e Francesco Laporta, che ha un buon feeling con l’Open, quarto lo scorso anno e settimo nel 2019. Debutterà al professionismo Filippo Celli, dopo un’estate da ricordare con il successo nel Campionato Europeo individuale, la Silver Medal quale miglior dilettante al The Open e con la vittoria nel Campionato Mondiale a squadre con la compagine italiana di cui ha fatto parte anche Marco Florioli, il quale sarà in campo insieme ad altri due amateur, Flavio Michetti e Giovanni Manzoni.

Proveranno a dire la loro Renato Paratore e Andrea Pavan, che sanno come vincere sul circuito, ma l’Open nazionale sarà comunque di grosso stimolo per tutti gli altri azzurri: Lorenzo Gagli, Luca Cianchetti, Andrea Saracino, Andrea Romano, Giacomo Fortini, Manfredi Manica, Jacopo Vecchi Fossa, Stefano Mazzoli e Gregorio De Leo.

Compito particolare per Edoardo Molinari, vice capitano del Team Europe alla Ryder Cup 2023, impegnato insieme al capitano, l’inglese Luke Donald, e all’altro vice capitano, il danese Thomas Bjorn, a studiare il  percorso e valutare possibili candidati per un posto nella squadra continentale.

Le interviste

Francesco Molinari: “Il mio obiettivo primario è di giocare la Ryder Cup del 2023. Ho ripreso appositamente la scorsa settimana con la prima gara di qualificazione in Inghilterra e le sensazioni sono state buone. La mia condizione fisica è migliore, ma naturalmente il cammino è ancora lungo. E’ stato bello comunque ritrovare un buon rendimento dopo un periodo di lavoro intenso a casa. L’Open? Quest’anno i segnali sono molto diversi, si respira aria di Ryder Cup, forse per la presenza di McIlroy, Hovland e di altri campioni. Mi auguro che sia un evento di grande successo”.

Rory McIlroy: “Sono molto felice di essere a Roma e di poter giocare per la prima volta nella mia carriera l’Open d’Italia. Peraltro ho un bel ricordo dell’Italia dove nel 2006 ho vinto il Campionato Europeo dilettanti. Mi piacerebbe conquistare anche questo titolo, in un evento importante al quale partecipano tanti ottimi giocatori e che si disputa sul percorso che ospiterà la Ryder Cup 2023. Mi auguro che nel prossimo settembre faccia parte del Team Europe Francesco Molinari, che nel BMW PGA Championship ho visto in ottima condizione. Quanto al torneo, personalmente non ho bisogno di motivazioni particolari quando gioco: so di essere forte e punto sempre ad essere il migliore”.

Luke Donald: “Sono felice di essere qui, Roma è un posto speciale. Il percorso del Marco Simone Golf & Country Club è in un ottimo stato di forma e tutti i giocatori con cui ho parlato in questi giorni non hanno fatto altro che rimarcare tale aspetto. Sono entusiasta che all’Open d’Italia, un torneo importante, siano arrivati tanti grandi campionicome, tra gli altri, Rory McIlroy, Viktor Hovland, Matt Fitzpatrick e Francesco Molinari. Il processo di qualificazione per i giocatori europei, alla Ryder Cup 2023, è iniziato la scorsa settimana. Ho avuto modo di giocare al BMW PGA Championship con Francesco Molinari e sono rimasto impressionato dai suoi colpi e dalle sue giocate”.

Matt Fitzpatrick: “Non vedo l’ora di iniziare il torneo. A nome di tutta la mia famiglia desidero ringraziare la Federazione Italiana Golf per aver invitato a partecipare anche mio fratello Alex. Questa settimana le motivazioni sono altissime: si gioca sul percorso che ospiterà la prossima Ryder Cup e sono già in palio i punti per le qualificazioni. Il campo è in ottime condizioni. La buca 16 sarà certamente uno snodo importante per vincere i match. Si notano gli accorgimenti studiati da Luke Donald, con l’ausilio di Edoardo Molinari e Thomas Bjørn, per far sì che l’Europa possa rendere al massimo tra un anno. Voglio far parte del Team che sfiderà gli USA e dare il mio contributo per la vittoria”. 

I tee times: F.Molinari con McIlroy, Migliozzi con Donald Francesco Molinari giocherà i primi due round del DS Automobiles 79° Open d’Italia con il nordirlandese Rory McIlroy e con il danese Nicolai Hojgaard, campione in carica. La loro gara, domani giovedì 15 settembre, comincerà alle ore 8:30 dal tee della buca 10.

Mentre alle 13:30, dalla 1, prenderà il via il torneo di Edoardo Molinari che avrà al suo fianco il norvegese Viktor Hovland e l’inglese Matt Fitzpatrick. Subito dopo, alle 13:40, toccherà a Guido Migliozzi che avrà un’occasione importante. Con lui ci saranno Luke Donald e il polacco Adrian Meronk.

Per i giocatori europei in palio punti per la qualificazione alla Ryder Cup 2023 – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia sarà la seconda gara, dopo il BMW Championship, di qualificazione per i giocatori europei in cui si assegnano punti per assicurarsi un posto in squadra nel Team Europe alla Ryder Cup 2023.

Settimana Europea dello Sport: anche il DS Automobiles 79° Open d’Italia tra gli eventi ufficiali – La Federazione Italiana Golf, attraverso il DS Automobiles 79° Open d’Italia – evento clou del Progetto Ryder Cup 2023 – ha aderito alla Settimana Europea dello Sport, iniziativa promossa dal Dipartimento per lo Sport e Sport e Salute, in programma dal 23 al 30 settembre per sensibilizzare a uno stile di vita sano e attivo.

Formula di gara e montepremi -Il torneo si giocherà sulla distanza di 72 buche (18 al giorno). Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Il montepremi è di 3.000.000 di euro, con prima moneta di 510.000 euro.

Il torneo in diretta su Sky Sport – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia verrà trasmesso in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW per tutte e quattro le giornate di gara, a partire dalle ore 13:30 di giovedì 15 settembre. Telecronache e commenti saranno affidati ad Alessandro Lupi, Roberto Zappa, Marco Cogliati e Massimo Scarpa, che affiancherà anche Francesca Piantanida negli appuntamenti con lo “Studio Golf”.

Il quarto giro su Rai Sport – Il round finale sarà teletrasmesso domenica 18 settembre anche da Rai Sport in differita dalle ore 21:30.

Ospite d’eccezione, il trofeo della Ryder Cup – Il trofeo della Ryder Cup, sempre più un’icona popolare, verrà esposto in bella mostra in una tenda dedicata al Villaggio Commerciale dell’Open d’Italia e sarà a disposizione per foto e selfie dal 15 al 18 settembre.

Il Family Open organizzato dal Comitato Regionale del CONI Lazio – Una festa di sport e divertimento. Dalle ore 9:00 alle 19:00 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del CONI Lazio e di tecnici federali, potranno svolgere discipline e attività ricreative, dinamiche e coinvolgenti come, tra le altre: pallacanestro, scherma, vela (simulatore con barca), tennis, pugilato, tiro a segno, tiro con l’arco. Il tutto in collaborazione con la Regione Lazio. Per un Open coinvolgente ed entusiasmante, anche per i più piccoli che, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, punta far avvicinare sempre più bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI saranno a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

L’ottava volta nel Lazio – Per l’ottava volta l’Open d’Italia si giocherà nel Lazio – Regione ormai dalla importante tradizione golfistica – dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), le due all’Olgiata (2002 e 2019) e al Marco Simone (1994, 2021).

The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup – Spirito di gruppo, gioco di squadra, rispetto delle regole e degli avversari. In una competizione che punta a far respirare alle nuove leve l’atmosfera unica della Ryder Cup. Domenica 18 settembre al Marco Simone Golf & Country Club andrà in scena la “The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup”, ormai tradizionale sfida tra i 12 migliori under 14 del Team Lazio e i 12 migliori under 14 del Team Italia, capitanati rispettivamente da Gianluca Baldasso e Gianmarco Libardi.

Il Marco Simone Golf & Country Club vestito a festa per accogliere i grandi campioni internazionali – Il Marco Simone Golf & Country Club ha già ospitato la competizione nel 1994, quando a imporsi fu l’argentino Eduardo Romero, e nel 2021, quando a conquistare il titolo fu il danese Nicolai Hojgaard. Nel circolo della famiglia Biagiotti, su un campo – progettato anche per le sfide match play – completamente rinnovato e all’avanguardia, che già lo scorso anno conquistò tutti i campioni in gara, sarà spettacolo assicurato. Su un percorso “green” ed ecosostenibile, che è già diventato un punto di riferimento a livello internazionale.

Hole in one: in palio una DS 4 E-TENSE – Nei quattro giorni di gara, il giocatore che per primo alla buca 7 (par 3, 219 yards, 200 metri) realizzerà una “hole in one” si aggiudicherà un’autovettura DS 4 E-TENSE. Nel 2021 a firmare la prodezza fu Edoardo Molinari, alla stessa buca nel corso del primo giro.

I Partner – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia, con il Patrocinio di Regione Lazio, del Comune di Roma, del Comune di Guidonia Montecelio e del CONI, ha il supporto di: DS Automobiles (Title Sponsor), Rolex (Main Sponsor e Title Sponsor della Pro Am), Regione Lazio (Main Partner Istituzionale), Fideuram (Official Bank), DP World (Official Sponsor), Fortinet (Official Sponsor), Emirates (Official Sponsor), Kappa (Technical Sponsor), Acqua San Bernardo (Official Supplier), Rinascente (Official Supplier), Bisol 1542 (Official Sparkling Wine), Posteassicura (Official Supplier), Costa Crociere (Official Supplier), Hilton (Official Supplier), Faema (Official Supplier), Sharp (Technical Supplier), Deloitte (Official Supplier), Titleist (Technical Supplier), RDS (Official Radio), Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Infront (Official Advisor).