IMPREDITORI ED ISTITUZIONI UNITI PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL LAGO TRASIMENO E DELL’UMBRIA

Annunciata, in una conferenza stampa a Castiglione del Lago, la brillante sinergia tra URAT – Unione Ristoratori Albergatori del Trasimeno e Unione dei Comuni del Trasimeno, per il rilancio delle attività turistiche della regione, a partire da un press tour nei territori dei comuni del Trasimeno.

Conferenza Stampa: da sx Giulio Cherubini, Sindaco di Panicale e Presidente dell’Unione dei comuni del Trasimeno; Matteo Burico, Sindaco di Castiglione del Lago ed Assessore al Turismo dell’Unione dei comuni del Trasimeno; Michele Benemio, presidente Urat (Unione Ristoratori Albergatori Trasimeno)

L’incantevole Sala del Teatro di Palazzo della Corgna a Castiglione del Lago, ha accolto la Conferenza Stampa di presentazione del press tour “La ninfa, il lago, il palazzo, gli amori… Viaggio alla riscoperta di un territorio meraviglioso” organizzato da URAT – Unione Ristoratori Albergatori del Trasimeno con la collaborazione dell’Unione dei Comuni del Trasimeno e di Palazzo Pantini Nicchiarelli.

Matteo Burico – Sindaco Castiglione del Lago

Interessante e partecipata la presentazione di questo progetto di promozione e valorizzazione del territorio che mira a raccontare, attraverso un’esperienza multisensoriale, le ricchezze ed eccellenze del territorio umbro, il polmone verde d’Italia, una regione incantata caratterizzata da incredibili varietà paesaggistiche, preziose testimonianze artistiche e culturali e prelibate tipicità enogastronomiche.

Cuore di questa emozionante iniziativa, il territorio del Lago Trasimeno, il maggiore lago dell’Italia centrale, culla della civiltà etrusca e vero e proprio anfiteatro collinare, il cui specchio d’acqua fu definito da Lord Byron “il velo argenteo”.

Maria Elena Minciaroni – Sindaco Tuoro sul Trasimeno

Custode di leggende immortali come quella della ninfa Agilla e del principe Trasimeno, il lago è la punta di compasso delle città ed i borghi circostanti, molti dei quali a buon diritto membri dell’associazione “i Borghi più belli d’Italia”, luoghi affascinanti che serbano antiche e nobili dimore silenziose testimoni di un glorioso passato.

Lucia Fatichenti assessore al turismo di città della Pieve

Nell’era post Covid-19, in cui le tematiche legate alla green economy all’ecosostenibilità avranno un’importante funzione nelle politiche di rilancio, l’Italia preserva e mantiene intatto il suo splendore e l’Umbria, cuore verde del Paese, è pronta a recitare un ruolo da protagonista, per tornare ad accogliere turisti desiderosi di vivere esperienze di viaggio uniche ed emozionanti.

Michele Benemio – Presidente Urat (Unione Ristoratori Albergatori Trasimeno)

Durante la conferenza stampa, si sono alternati al tavolo dei relatori Michele Benemio, Presidente dell’URAT; Giulio Cherubini, Sindaco di Panicale e Presidente dell’Unione dei comuni del Trasimeno; Matteo Burico, Sindaco di Castiglione del Lago ed Assessore al Turismo dell’Unione dei comuni del Trasimeno; Maria Elena Minciaroni Sindaco di Tuoro Sul Trasimeno; Lucia Fatichenti, Assessore al turismo di Città della Pieve; Fabio Nicchiarelli, proprietario di Palazzo Pantini Nicchiarelli.

PFabio Nicchiarelli – proprietario Palazzo Pantini Nicchiarelli

Il press tour, brillantemente curato da Nicoletta Sarti, è stato strutturato su un ricco programma culturale, alla scoperta delle prestigiose risorse artistiche, storiche, culturali ed enogastronomiche del territorio, attraverso Castiglione del Lago, Panicale, Sant’Arcangelo, San Feliciano, Isola Polvese, Passignano sul Trasimeno, Tuoro sul Trasimeno, Città della Pieve e Perugia, in un crescendo di emozioni e stupore.

Organizzazione: URAT – Unione Ristoratori Albergatori del Trasimeno

In collaborazione con: Unione dei Comuni del Trasimeno e Palazzo Pantini Nicchiarelli

Partners: Agricola Bittarelli P., Antica Gabella B&B, Castello di Monterone, Confraternita di San Domenico, Consorzio “Il Croco di Pietro Perugino” Zafferano di Città della Pieve, Consorzio Oleificio Pozzuolese, Cooperativa Pescatori del Trasimeno, Hotel Aganoor, Hotel Boutique Castiglione, Il Torrione B&B, L’Antica Deruta, Palazzo Pantini Nicchiarelli Residenza d’Epoca, Ristorante Dolce Agogia, Ristorante la Cantina, Ristorante La Capannina, Schola Cantorum di Castiglione del Lago, Vignaroli Studio.

Press Office: Excelsum Publisher

Piano Rock e Davide Tosi cantano la voglia di tornare alla vita nel loro nuovo disco “Quando tutto questo finirà”.

Un brano nato dall’idea di raccogliere le sensazioni che hanno sconvolto gli ultimi mesi della nostra vita, sull’onda delle forti emozioni del lockdown.

Davide Tosi titolare di una società di comunicazione, eventi e produzioni con il grande amore per la musica come suo primo hobby e Piano Rock gruppo fortemente inserito nel mondo del live della provincia di Latina, li troviamo insieme  a cantare i sentimenti contrastanti dalla chiusura per la pandemia del Covid19, il momento più difficile della nostra storia durante il quale DAVIDE TOSI si è distinto  per l’attività di solidarietà al fianco dei più deboli, dimostrando ancora una volta il suo solito grande cuore, lancia una sfida a un gruppo da lui lodato e ammirato di scrivere e creare un singolo.

Il brano si intitola “Quando tutto Questo finirà”,  Davide Tosi lo ha scritto e cantato insieme a MIMMO ARMENIO voce dei PIANO ROCK con la meravigliosa chitarra elettrica di GOFFREDO MESSINA componente del gruppo , che spazia dai classici della musica rock-pop, nazionale ed internazionale, passando per il blues, lo swing ed i ritmi latini.

Una ballata pop rock che attinge a piene mani dalla migliore tradizione musicale italiana. Nel pezzo musicale, tanti i riferimenti e le suggestioni suggeriti di volta in volta. Un pezzo che fa emozionare, con un’armonia melodica gradevole e coinvolgente.

Il testo, poi, ci appartiene profondamente. Ci parla con le parole delle riflessioni di ognuno di noi, quelle nate nelle notti di un’Italia chiusa in casa, sospesi tra la paura e la speranza, tra la voglia di ricominciare e il dolore per le persone che il virus ci ha tolto, in quei giorni in cui abbiamo esorcizzato la paura cantando sui balconi, esponendo gli arcobaleni disegnati dai bambini, dicendoci, forse senza crederci troppo, che sarebbe andato tutto bene, che alla fine del tunnel ci avrebbe atteso una nuova luce.

Siamo stati tutti prigionieri di quattro mura, tra giorni tutti uguali e notti interminabili, obbligati a guardare dalle finestre le strade deserte, costretti a reprimere il desiderio di vivere, vittime di una fragilità che la distanza ha evidenziato come un nervo scoperto ed abbiamo imparato a riflettere sul senso della vita, tirando fuori la speranza e la voglia di vivere che non si possono fermare.

Quella stessa voglia di ritornare alla vita che ispira l’animo dei tre ragazzi di Latina, che urlano al cielo il desiderio di normalità, di abbracci, di serate tra amici, di domeniche assolate, della gioia dei bambini in bicicletta di ognuno di noi.

Un canto che idealmente unisce l’Italia, in un abbraccio virtuale, sulle emozioni della musica. Quando tutto questo finirà coinvolge, commuove, suggestiona, fa immedesimare ognuno di noi nelle emozioni forti e contrastanti di chi ha vissuto quegli stessi, lunghissimi momenti.

È il coro di una pulsante umanità che vuole tornare a vivere, che vuole smettere di tremare davanti ai telegiornali, ai bollettini drammatici di morte, stanca di tenere gli occhi fissi sugli smartphone in cerca di una buona notizia, di un viso o di una voce amica, che si commuove pensando agli eroi delle corsie, ai medici e agli infermieri che hanno perso la vita combattendo in prima fila. Un’umanità che vuole mettersi alle spalle il più doloroso dei momenti della nostra storia ripetendosi come un mantra che andrà tutto bene.

La luce della speranza vincerà le tenebre di questa notte buia e il sole tornerà a splendere su una quotidianità fatta di momenti e gesti normali ma preziosi, come prendere la macchina e correre di nuovo incontro alla vita, con una lacrima che ci ricordi quanto sia prezioso il nostro sorriso, quanto sia importante vivere assaporando la gioia di ogni momento della nostra esistenza, consapevoli che tutto, in un attimo, può finire, rinchiuso in casa da un nemico invisibile.

Il nostro progetto nasce per ringraziare tutti gli operatori sanitari per quello che stanno facendo ora e fanno tutti i giorni per proteggere le nostre vite anche nei momenti più difficili e vanta il patrocinio morale del Comune di Latina e della ASL della provincia di Latina. L’animo sensibile di Davide, Goffredo e Mimmo li ha portati a pensare, da subito ad un progetto di solidarietà, #NoiConGliInfermieri per supportare il recupero psicologico di tutti gli infermieri impegnati in prima linea con l’emergenza Covid-19. Una parte del ricavato del brano “Quando tutto questo finirà” sarà devoluta al Fondo di Solidarietà istituito dalla FNOPI (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche) oltre ad un’importante associazione di Latina che verrà comunicata prossimamente.

Per info e donazioni individuali:

noicongliinfermieri.org 

  Press Office: Excelsum Publisher

Le Bonheur e Alice Bonifazi presentano le nuove tendenze 2020 del Wedding con l’evento “Design Experience”

La prestigiosa Azienda Capitolina e la nota Flower Designer svelano al pubblico ed alla stampa le novità della prossima stagione wedding con lo straordinario evento Design Experience – Wedding Trends 2020.

 

Le Bonheur

La stagione duemilaventi del wedding si preannuncia davvero entusiasmante. Le attese sono altissime in un settore in continua evoluzione nel quale l’innovazione sta assumendo un valore fondamentale. Innovare realmente significa investire, ricercare, sperimentare e presentare soluzioni che solo poche grandi aziende, guidate da lungimiranti professionisti, riescono a proporre.

Le Bonheur

Una platea di futuri sposi che si preannuncia in sensibile aumento, generando un mercato potenziale in cui emergere è sempre più difficile e, solo differenziando ed innovando realmente, si può fare tendenza, esprimendo quella cifra stilistica superiore capace di fare la differenza. Le Bonheur Event Design, storica realtà Capitolina, magistralmente condotta da Alessandra e Paola Cacciani, è da anni al vertice del settore e, in questa occasione speciale, ospita la prestigiosa Masterclass “Flower Set & Jewel Table” condotta dall’importante Flower Designer Alice Bonifazi.

Le Bonheur

Un successo affermato e consolidato di anno in anno grazie al lavoro, all’impegno e alla professionalità di uno staff di provata esperienza. Ma la grandezza di un’azienda di successo si manifesta nella capacità di ricominciare ogni anno con lo stesso entusiasmo, di rimettersi in gioco senza adagiarsi sugli allori dei successi ottenuti.

Le Bonheur

Ogni anno l’inizio della stagione è un momento topico, un passaggio chiave che svelerà i plus di ogni azienda facendo emergere le realtà che hanno saputo investire adeguatamente, viaggiando e ricercando quelle novità che, alla fine di un lungo percorso di lavoro, si trasformano nelle nuove tendenze.

Le Bonheur

Questo momento è, per noi, l’equivalente della sfilata di presentazione della nuova collezione per uno stilista di moda – afferma Paola Cacciani – Il frutto di tanto lavoro viene svelato in un emozionante scenografia in cui mostriamo, forti della nostra esperienza, le novità che faranno tendenza ed illumineranno la scena del wedding in questa stagione, grazie anche al supporto di preziosissimi partners”.

Le Bonheur

Il wedding nazionale ha, infatti, aperto da tempo le porte all’accoglienza di matrimoni internazionali e questo ha alzato ulteriormente l’asticella del livello dei servizi richiesti, in un panorama di competitors in cui spiccano eccellenze assolute come Le Bonheur. Per questo l’azienda capitolina, leader nell’organizzazione di eventi, propone una serie di novità assolute, frutto di un lavoro corale in cui la passione e la professionalità dall’azienda, esprime il massimo grazie al supporto di prestigiosissime collaborazioni. Un connubio straordinario di eccellenze italiane e francesi rappresentato da Fulltime Events, che proporrà le sue innovative mise en place, arricchite dagli straordinari elementi artigianali di Ceramiche Virginia, dai preziosi tessuti di Le Jacquard Francais e dagli eleganti complementi d’arredo di Ele Light.

Le Bonheur

Al termine della Masterclass tenuta da Alice Bonifazi, avrà luogo l’elegante cocktail di presentazione alla stampa ed al pubblico, nel corso del quale si potranno degustare le raffinate prelibatezze realizzate da Natalizi Catering, i creativi drink proposti da FBS Barcatering, concludendo la serata con una degustazione dei preziosi infusi di Dammann,  con il gradevole sottofondo musicale proposto da Giulio Picardo di Pic Solution, in un tripudio di scatti fotografici curati dal noto wedding photographer, Matteo Genovese.

Un mondo, quello del wedding, che può apparire esclusivamente frivolo e vezzoso ma che evidenzia, al cospetto di grandi aziende come Le Bonheur, l’importanza di un progetto imprenditoriale, di solide professionalità e straordinarie competenze. Elementi forse poco visibili, sovrastati agli occhi di molti dall’apparenza, ma indispensabili nella struttura di un evento che richiede enormi capacità per far fronte ad ogni necessità, affrontando e prevenendo qualsiasi tipo di problematica.

Le Bonheur

Gli sposi ci affidano l’organizzazione del giorno più importante della loro vita – prosegue Paola Cacciani – e sentiamo il dovere di dare il meglio, offrendo servizi impeccabili, prodotti di altissima qualità in una cornice di elementi innovativi che renderanno unico ed indimenticabile un matrimonio che lascerà ricordi indelebili nella memoria degli sposi e dei loro ospiti”.

Press Office Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

Il Relais Villa Lina si svela in occasione dell’evento “In Love”, il Gala Party di “The Italian Wedding Stars”.

L’elegante struttura della Tuscia, scrigno prezioso di storia ed arte, apre le porte agli ospiti e alla stampa, rivelando le proprie bellezze nascoste nell’elegante evento ideato e realizzato da Daniela Corti e Silvia Jacopini.

Relais Villa Lina

Venerdì 14 Febbraio, dalle ore 19.00, il Relais Villa Lina a Ronciglione (VT), ospiterà un elegantissimo galà dinner, ricco di tante emozionanti soprese che, nel giorno di San Valentino, esalterà il tema dell’Amore. Una serata estremamente romantica in una location meravigliosa, all’interno di un territorio ricco di storia, arte e cultura. Un’occasione unica per celebrare l’Amore in un luogo incantato ed evocativo, sospeso tra la fiaba e la realtà delle sue atmosfere uniche, che esaltano il sentimento per eccellenza. Daniela Corti, e Silvia Jacopini brillanti wedding & event planner, forti della loro esperienza e rapite dal calore unico di questo luogo, hanno voluto fortemente mandare in scena in questa incantevole dimora l’evento “In Love”, il gala party di The Italian Wedding Stars, premio alle eccellenze del wedding che, ideato e realizzato da Daniela Corti, ha da poco spento i riflettori su una seconda edizione ricca di successi e consensi. Dalla musica al cibo, dagli allestimenti ai dettagli, Daniela e Silvia, ispirate dalla bellezza dei luoghi, hanno voluto trasportare in questa occasione, tutta la loro professionalità nell’organizzazione di eventi straordinari e matrimoni da sogno, ideando e realizzando una serata in cui il trionfo dell’amore si esprime nelle eleganti scenografie floreali realizzate da Ilaria Fiorista e avvolgendo gli ospiti in accoglienti atmosfere capaci di scaldare il cuore.

Relais Villa Lina

Gli ospiti, allietati dalle coinvolgenti armonie musicali di Alterego Show Music, potranno degustare le prelibatezze della cucina del Relais accompagnate dalle prestigiose etichette della casa vinicola Sensi Trappolini e le frizzanti bollicine di Tenuta Sant’Isidoro e concludere con le golosità di Chocolate Collefiorito, che produce confetti e cioccolato dal 1945.

Tra i prestigiosi ospiti, sarà presente anche il Prof. Cav. Francesco Raponi, Fondatore e Presidente della Fondazione Scientifica, Culturale ed Ecclesiastica “Francesco Raponi Onlus” che ha lo scopo di promuovere e sostenere la ricerca, lo studio e la pratica dell’Ossigeno-Ozono Terapia e delle altre scienze.

Il dress code prevede l’abito nero elegante per gli uomini e l’abito lungo da sera per le signore, che saranno accolte dall’elegantissima padrona di casa, Paola Igliori artista e amante del bello che affonda solide radici familiari nello splendido territorio della Tuscia, regione che dimostra, con il proprio fascino, una crescente attitudine nel destination wedding, potendo coinvolgere gli ospiti stranieri con una serie di attrattive culturali, storiche ed artistiche capaci di arricchire e rendere unici prestigiosi e selezionati matrimoni internazionali. Figlia di Angela Lante Montefeltro della Rovere, famiglia che cedette nel 1496 ai Farnese le terre su cui venne costruito Palazzo Farnese, Paola Igliori vanta antenati come Federico di Montefeltro, il Duca di Urbino che diede inizio al Rinascimento Italiano, o come Papa Giulio II che chiamò Michelangelo a dipingere la Cappella Sistina. Giovane ribelle in fuga da questo mondo aristocratico, ha sposato l’artista Sandro Chia ed ha esplorato la creatività in tutti i suoi aspetti: dalla pubblicazione di numerosi libri, al cinema, al design, fino allo styling autentico che ritroviamo in ogni dettaglio delle sue Dimore Storiche e anche in questa sua amata creatura, il Relais Villa Lina, nel cuore della Tuscia Etrusca più autentica. Casa Vostra, la struttura del Relais che ospiterà il Galà Dinner, è un’elegante casa Ottocentesca rinnovata negli anni ’30. Con le sue stanze d’epoca, sorge al centro di un giardino simbolico e botanico di 2 ettari, immersa nel canto dell’acqua di diverse fontane, in stili che variano dal Barocco al Metafisico. La raffinata sala da pranzo si apre su una tranquilla veranda con tavoli e dondoli d’epoca. Al suo interno un vasto salone con camino, tanti divani ed un lungo tavolo per cene conviviali in uno stile unico. Gli ampi giardini all’italiana conducono alla piscina olimpionica del 1929, alla scoperta delle fontane, delle meraviglie botaniche e dei punti bio-energetici dello straordinario parco tanto caro a Paola e che Daniela e Silvia hanno amato dal primo sguardo. Per questo evento nel quale verranno esaltate le tante bellezze di questi luoghi, hanno intessuto una serie di relazioni nel territorio, che culmineranno nella presenza all’evento di diverse figure delle istituzioni e del panorama culturale locale e nazionale, attente all’opera di valorizzazione della regione, delle sue ricchezze e della ricca filiera locale nell’arte dell’accoglienza e del ricevere.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: info@theitalianweddingoscars.com

Press Office: Excelsum Publisher info@maxpiccinno.com

 

 

L’immenso talento di Giovanni Raspante, crea deliziose atmosfere in stile Frozen, nell’ultimo Training Event 2019

Ennesimo successo per il famoso floral designer che ha incantato con la magia delle sue oniriche decorazioni, facendo vivere alle sue dodici allieve, un’esperienza professionale straordinaria.

Gli ultimi tre giorni di novembre ed il primo giorno di dicembre resteranno impressi nei ricordi delle corsiste che hanno vissuto l’esperienza unica costituita dal Training Event 2019, evento che si è svolto nell’incanto del Castello di Torre Alfina.

Giovanni Raspante, Anita Galafate. Training Event – Ph. Antonio Carneroli

Giovanni Raspante interpreta ogni anno un tema diverso e la sua creatività lo immagina e lo realizza all’interno di scenari straordinari frutto del suo grande lavoro di scouting in tutta Italia. Per l’edizione 2019 del suo Training Event ha scelto questa spettacolare location, confermandosi nuovamente con risultati sorprendenti anche per i più avvezzi a confrontarsi con allestimenti e temi wedding tra i più esclusivi in giro per il mondo.

Coadiuvato dalla Wedding Planner Anita Galafate, compagna di mille eventi, Giovanni Raspante ha proposto il ghiaccio come elemento ed il celeste come cromatismo dominante, valorizzando una stagione spesso trascurata come l’inverno, enfatizzandone le raffinate atmosfere, solo apparentemente fredde ed esaltando l’algida eleganza di questo capolavoro medievale, attraverso una suggestiva illuminazione e sognanti allestimenti di grandissimo effetto scenico, capaci di stupire ed emozionare.

Giovanni Raspante, Anita Galafate. Training Event – Ph. Antonio Carneroli

Giovanni ha sapientemente insegnato alle sue allieve come combinare le mille sfumature di colore non colore, il bianco etereo ed algido delle Rose Inglesi e delle Rose Avalanche, di Delphinium e Violacciocche, di Gipsofila, Dianthus bianchi e Bocche di Leone bianche. Abbinamenti apparentemente inusuali hanno creato gradazioni straordinarie, avvicinando diverse nunaces di verdi variegati, di varia tipologia vegetale, ai verdi naturali sbiancati. Un trionfo di bianco e di verde, arricchito anche dall’uso inconsueto di radici di Vite e Manzaniti sbiancate, elementi essiccati che sono stati poi sapientemente trattati, per rafforzare l’effetto glaciale voluto da Giovanni. Lo stesso Raspante ha anche disegnato e realizzato gli scenografici candelabri bianchi, sui quali sono state applicate direttamente le installazioni di fiori sbiancati, insieme alle spettacolari cadute di tessuti che scendevano dagli elementi, creando un effetto inconsueto ma che ha trasmesso grandi vibrazioni emotive.

Giovanni Raspante, Anita Galafate. Training Event – Ph. Antonio Carneroli

Una fortunatissima coppia di sposi ha potuto vivere il proprio matrimonio nella magia di queste atmosfere realizzate da Giovanni, autentico visionario del wedding, talento creativo cristallino che ha permesso ad Olga e Antonio, gli emozionatissimi sposi, di godere del privilegio di un matrimonio con allestimenti assolutamente irripetibili.

Giovanni Raspante, Anita Galafate. Training Event – Ph. Antonio Carneroli

Un risultato di questo livello è possibile solo grazie ad un lavoro di squadra, con un team di affiatati partner che hanno contribuito a questo nuovo, straordinario successo di Giovanni Raspante.

Partners

Castello di Torre Alfina – Location

Dove Vuoi Catering – Catering

Antonio Carneroli Photographer – Foto

Paolo Furente – Video

La Vie En Blanc Atelier – Abiti da Sposa

Carosi Moda – Abiti da Sposo

Dea Rimedio – Pittrice – Arte

Simone Amaro – MakeUp Artist

Monica Palmieri – Stationery

Roma Party Service – Luci

Clara Della Valle – Musica

Iosmani Nardin – Wedding Show Experience

Katiuscia di Party Photo Booth – Photo Booth

Francesca Resciniti – Celebrante

Dolce Alice – Wedding Cake

Per i fiori

Azienda Agricola Punto Verde

Meijer

Parfum Roses Company

Avalanche+ Roses

Condor

Malima

Flor Trade

Press Office Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

Calde atmosfere e tante coccole per gli ospiti. A Cascina Cuccagna grande successo per l’evento Wedding For All

Gli spazi della deliziosa Cascina del ‘700 hanno accolto la prima edizione dell’evento organizzato magistralmente da Irma Liberato, Amanda Falcone e Laura Pavanati

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Sant’Ambrogio, giornata straordinaria per Milano, è un momento unico ed imperdibile che apre idealmente la stagione invernale e accoglie le magiche atmosfere delle festività natalizie, nelle quali i milanesi si lasciano coinvolgere, accolti da una serie unica di imperdibili appuntamenti tra i quali, quest’anno, è andata in scena la prima edizione di Wedding For All.

Wedding For All – Chiara Vitellozzi

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Tanti gli ospiti, le future coppie di sposi ed i giornalisti che, in una città sotto i riflettori dei media per la Tosca alla Scala e per gli Oh Bej! Oh Bej”, hanno voluto vivere le incantevoli atmosfere proposte dalla meravigliosa squadra tutta al femminile di Wedding For All, che ha dato vita ad un sogno sfociato in questo dinamico e frizzante progetto, un elegantissimo evento dedicato al wedding per suggerire alle coppie di futuri sposi come rendere davvero indimenticabile il loro “grande giorno”.

Irma Liberato – Ph. Chiara Vitellozzi

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Hygge è una parola danese apparentemente priva di significato per noi italiani, ma che è stata l’autentica ispirazione del percorso creato, negli spazi di Cascina Cuccagna, dall’entusiasmo coinvolgente delle tre wedding planner.

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Wedding For All – Ph. Chiara Vitellozzi

Hygge – come lo descrive brillantemente Silvia Fontana, una delle donne protagoniste dell’evento – è un vento caldo giunto dal nord, è una coperta sulle gambe e una tazza di tè bollente quando fuori fa freddo. È il tepore di un libro letto davanti al camino, l’abbraccio di una famiglia che ci attende per la cena. Hygge è il lavoro degli Artigiani dell’Amore”.

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Poche parole ma profondamente poetiche, capaci di far vivere l’intensità dell’atmosfera in cui si veniva accolti ed avvolti nel soffice e rilassato mood dell’evento. Luci soffuse, enfatizzate dalla limpida giornata di inizio inverno e dal rassicurante sfavillio di mille candele, coinvolgenti profumi, musiche rilassanti, tavole decorate con ceramiche, lucine, muschio e fiori. Calici di vino, dolci di stagione, confetti, vin brulè, danze polinesiane e riti pagani. Un susseguirsi unico di emozioni con un denominatore comune unico, il calore e l’accoglienza con i quali Wedding For All ha interpretato questa delicata ispirazione nordica, coinvolgendo gli ospiti e gli espositori. Barbara Caimmi, titolare di Midge Bakery, ha deliziato, con le sue specialità di pasticceria americana, i numerosi ospiti che percorrevano gli spazi espositivi in cui le deliziose composizioni floreali di Letizia Vanacore di Letizia dei Fiori e le incantevoli ceramiche e complementi per la tavola e la casa di Madame Gioia Home, interpretavano mirabilmente il tema dell’evento, così come la creatività degli allestimenti di Studio Vagh.

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Tra gli scatti fotografici e le riprese video di Simone Bergamaschi e le interviste di rito, l’evento ha avuto il culmine nel brindisi finale proposto da Un Posto a Milano, eccellenza golosa presente sulla Guida Michelin, ospitata negli spazi della Cascina Cuccagna.

Irma Liberato – Ph. Chiara Vitellozzi

Appuntamento alla prossima edizione che sia annuncia ancora più ricca e coinvolgente, replicando il successo di questa prima riuscitissima prova d’autore.

Wedding For All – Ph. Simone Bergamaschi

Press Office: Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

PARTNER

Studio Vagh

Letizia dei Fiori

Madame Gioia Home

Midge Bakery

Un Posto a Milano

Fotografo Ufficiale Evento: Simone Bergamaschi

ESPOSITORI

Farumi Party Service Catering

Studio fotografico Lops – Fotografia

Stefania Rotundo – Abiti da Sposa

La Fiocco Boutique di Martina Fumagalli – Stationery

Carolina Foti – Stationery

Chiara Vitellozzi – Fotografia

Ninalilou Shoes

Emanuela Campagnoli – Musica e dj set

Ilaria Stellacci – Pagan Ceremonies

Andrea Barendson – Cerimoniere

Azienda Agricola San Vincenzo – Vini

Simone Carnevali – fotografia

SisiLovestories di Silvia Fontana – Narrazione del Matrimonio

Myosotis Wedding – Network del Matrimonio

Eros Comin – Gioielli

Jasmine Zahra e Mana Thaiti Polynesian Dance School

La Vie En Blanc Atelier protagonista del gala party “La grande bellezza”, che ha chiuso al meglio i tre giorni dell’evento formativo “The Destiny of Weddding”.

L’Atelier di Alta Moda, al vertice per la moda sposa nella Capitale, ha vestito le protagoniste della serata che ha suggellato il successo dell’evento The Destiny of Wedding, realizzato a Roma da Veronica Tasciotti Amati.

La sposa indossa una creazione de La vie En Blanc Atelier – Ph. Diego Montano

La sposa indossa una creazione de La vie En Blanc Atelier – Ph. Whitelife Studio

Un successo dietro l’altro per la Maison Romana che, sotto la brillante conduzione di Giorgia Albanese, coadiuvata dalla fashion designer Daniela di Francesco, conquista il panorama dell’haute couture capitolina e si attesta nella posizione di leader non solo nella moda sposa, ma anche nell’eleganza preziosa di abiti da red carpet.

La sposa indossa una creazione de La vie En Blanc Atelier – Ph. Whitelife Studio

Il Gala Party “La Grande Bellezza”, andato in scena all’Hotel Savoy nella serata di mercoledì 6 novembre 2019, ha dimostrato questa innata attitudine dell’Atelier di Viale delle Milizie ad impreziosire la personalità e la bellezza di donne straordinarie, attraverso abiti da sogno, degni dei più prestigiosi palcoscenici mondiali.

La sposa indossa una creazione de La vie En Blanc Atelier – Ph. Whitelife Studio

La sposa indossa una creazione de La vie En Blanc Atelier – Ph. Whitelife Studio

È stata proprio Veronica Tasciotti Amati, padrona di casa di questa splendida serata, a dare il via all’ideale defilè de La Vie En Blanc Atelier, indossando uno straordinario abito rosso, screziato in oro, composto da una gonna in matelassé, con coda in duchesse di seta e bustino in oro satinato che sfuma al bordeaux, rifinito da una blusa in pizzo rosso rebrodato, su una base di organza nera.

Veronica Amati Destination Wedding Planner e sinologa indossa una creazione su misura de La Vie En Blanc Atelier

La sinologa ha accolto gli ospiti all’ingresso dell’hotel, vestita del colore più glamour che costituiva l’elemento del dress code per gli invitati. Tra i numerosi ospiti presenti, oltre a prestigiosi protagonisti della scena wedding nazionale, molti imprenditori e diversi giornalisti accorsi per questo evento che vedeva protagonista la musica della band che ha coinvolto con i ritmi travolgenti delle sue straordinarie esecuzioni live.

Da sx Barbara Vissani, Veronica Amati, Natalia Kulikova – indossano creazioni su misura de La Vie En Blanc Atelier. Diego Montano

A posare per i fotografi, la bellissima wedding planner russa Natalia Kulikova, vestita dalla Maison Capitolina che per lei ha realizzato un raffinato abito in pizzo macramè, ricamato e rebrodato, su una base di cadì in seta, impreziosito da un fiocco di georgette in seta rossa.

Barbara Vissani Destination Wedding Planner & Designer indossa una creazione su misura de La Vie En Blanc Atelier Ph. Diego Montano

Tra le prime ad arrivare, Barbara Vissani, nota wedding ed event designer che ha rubato la scena dei fotografi, sempre vestita da La Vie En Blanc Atelier. Per lei la stilista ha disegnato un lungo abito a sirena in duchesse di seta rossa, con una elegante scollatura capace di esaltare la bellezza e il fascino di Barbara.

Erika Gottardi – Direttore Woman & Bride – indossa una creazione su misura de La Vie EnBlanc Atelier – Ph. Diego Montano

Tra tanti abiti rossi un’eccezione in nero l’abito realizzato da La Vie En Blanc Atelier per Erika Gottardi. La direttrice di Woman & Bride, che ha moderato la presentazione del programma di formazione The Destiny of Wedding, ha impreziosito con una piuma rossa uno straordinario abito con base di mikado nero e gonna di pizzo italiano rebrodato su organza di seta nera.

A coronamento della partnership tra la Maison capitolina e l’evento realizzato da Veronica Amati, è giunto l’abito indossato dalla sposa russa protagonista dell’autentico destination wedding, realizzato al termine delle giornate di formazione a Palazzo Brancaccio. La sposa ha scelto due abiti tra i bozzetti disegnati per lei da La Vie En Blanc Atelier, che li ha realizzati su misura per l’occasione. Il primo è un delizioso abitino bianco corto, in pizzo delle industrie tessili di Como, con base, cinta a fiocco di raso in seta. Il secondo abito, lungo, è un autentico capolavoro sartoriale in tulle mano seta, arricchito da preziosi ricami realizzati ed incastonati a mamo, con pizzo italiano ricamato, impreziosito da un velo lungo oltre sette metri, anch’esso di impalpabile tulle mano seta. Una nuova affermazione per l’Atelier Capitolino che si conferma al vertice della creatività per le spose internazionali più esigenti, autentico protagonista del destination wedding italiano.

Press Office Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

A Cinecittà World va in scena la serata di gala del prestigioso premio “The Italian Wedding Stars”, che celebra le eccellenze del wedding italiano.

A Roma il Gran Galà per la consegna del più ambito riconoscimento nel mondo del wedding nazionale, ideato da Daniela Corti, alla presenza di una straordinaria giuria internazionale.

Daniela Corti

Venerdì 29 novembre 2019, Roma diventa, per un giorno, la Capitale del Wedding italiano grazie a Daniela Corti, la brillante wedding & event designer, titolare di Madreperla Wedding & Event Planning che manderà in scena a Cinecittà World, a partire dalle ore 18,00, la serata di gala di The Italian Wedding Stars, prestigioso appuntamento che premia i migliori protagonisti del wedding italiano, indicati da una votazione on line.

Italian Wedding Stars Edizione 2018

In questa edizione capitolina, Daniela Corti si avvale di una partnership straordinaria affiancando, in un’unica giornata, il Gran Galà del Premio The Italian Wedding Stars, al nuovo format Destination Wedding Peanuts, manifestazione ideata dall’event planner fiorentina Monica Balli, che avrà luogo, dalla mattinata, al Gran Melià Rome Villa di Agrippina e consentirà a wedding planner, event e location manager, di interagire personalmente con otto international ambassador, professionisti di fama internazionale che terranno interessantissime tavole rotonde a tema e che successivamente, nel corso della serata, verranno premiati per lo straordinario livello raggiunto nella loro professione.

The Italian Wedding Stars corona, ogni anno, il proficuo percorso professionale tracciato da Daniela Corti che, oltre a dedicarsi alla ricerca e alla selezione delle eccellenze nel wedding italiano, proposte per aggiudicarsi l’ambito premio, opera con grandissimo successo, in partnership con ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, a supporto di un fenomeno in grande espansione come il Destination Wedding Italiano.

Italian Wedding Stars Edizione 2018

 

Con il suo progetto Undiscovered Italy Tour, con il quale propone destinazioni di grande fascino ma, spesso, sconosciute, ha recentemente realizzato numeri straordinari, guidando giornalisti e wedding planner alla scoperta di Masserie, Castelli, Relais, Cantine ed eccellenze enogastronomiche di due regioni meravigliose come Puglia e Umbria.

Nella serata di gala, presentata da Erika Gottardi, direttore di Woman & Bride, i professionisti e le aziende, in nomination per le diverse categorie, verranno giudicati da esperti di altissimo profilo e di caratura internazionale tra i quali Kevin Lee, Fabrice Orlando, Mauro Adami, Susan Barone, Jules Bower, Mauro Pagliai il Maestro Gianni Mazza e Sergio Valente, solo per citarne alcuni, che decreteranno inoltre i vincitori di tre premi speciali ancora “top secret”.

Importantissimo, come sempre in eventi di questa portata, il sostegno dei tantissimi supporters e media partners, che contribuiscono alla riuscita di una serata che si preannuncia indimenticabile.

Un sentito ringraziamento da parte dell’organizzazione va, pertanto a:

PARTNERS:

Marina Corazziari Jewels;

Melissa Fusari

Pirofantasy;

Luca Ferretti;

Promessa d’Amore di Simona Rosito;

Sheraton Hotel Roma;

Hotel Capannelle;

Fast Track;

Radiosa Atelier;

Addobbi Gori Daniele;

Pix Motion;

Zing shisha, il narghilè dal design e concept 100% made in Italy;

Cecilia Campana Cake Designer;

Romeur Academy;

MEDIA PARTNERS:

Zankyou Wedding;

Woman & Bride;

Starpeoplenews.it.

INFO E PRENOTAZIONI:

Daniela Corti

Mob. +39 3342437166

info@madreperlaevent.com

Press Office: Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

 

Trionfo per Veronica Amati nel Party “La Grande Bellezza” che ha sancito, all’Hotel Savoy di Roma, il grande successo di The Destiny of Wedding.

Un vero matrimonio internazionale organizzato a Palazzo Brancaccio ha evidenziato il grande lavoro ed il sacrificio di una professione che non è solo immagine, decori e scatti fotografici per i social.

Veronica Amati Wedding Planner indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Si chiudono con un bilancio estremamente positivo le giornate del percorso formativo di The Destiny of Wedding ideato e realizzato a Roma da Veronica Tasciotti Amati, sinologa e brillante destination wedding planner che ha fortemente voluto questo innovativo progetto di formazione specialistica.

Veronica Amati con i docenti

Veronica Amati con i docenti

A Palazzo Brancaccio ha riunito esperti di altissimo profilo che, da anni, organizzano e gestiscono matrimoni di sposi stranieri in Italia, con l’obiettivo di formare e certificare professionisti del wedding, italiano ed internazionale.

Veronica Amati con i docenti

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Tra loro, a testimoniare il taglio universitario della formazione voluta da Veronica Amati, la dr.ssa Susanna Mensitieri, coordinatrice del master universitario in turismo e territorio dell’Università Luiss Guido Carli, attenta all’importanza della corretta gestione dei vari aspetti che coinvolgono i territori turisticamente vocati al fenomeno del Destination Wedding, come da tempo sostenuto da un’altra importante docente come Bianca Trusiani, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico di Buy Wedding in Italy che ha ribadito l’importanza del Wedding Travel Coordinator nuova figura di esperto nel turismo.

Veronica Amati indossa una creazione La Vie En Blanc Atelier – Bruce Russel veste Sartoria Carosi

La Wedding Designer Barbara Vissani indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – Diego Montano

Spiccate competenze nel settore del wedding i corsisti le hanno apprese dal famoso wedding planner londinese Bruce Russell, dal floral designer Robert Chaar, autore delle scenografie floreali dei matrimoni reali in medio oriente e dalle italianissime e competenti Barbara Vissani, nota wedding designer e Sonia Luongo, brillante floral designer. Natalia Kulikova, presidente della Wedding Academy (partner del progetto “The Destiny of Wedding”) ha tenuto un’interessante lezione dal tema: “Destination wedding in the Russian culture”.

Veronica Amati e Natalia Kulikova indossano le creazioni de La Vie En Blanc Atelier

Un progetto estremamente qualificato quindi, che si è avvalso anche della collaborazione con Clara Trama, Presidente dell’Associazione Italiana Wedding Planner che ha costituito un tavolo tecnico in UNI per rispondere al bisogno di creare un riconoscimento ed una certificazione per le professioni di Wedding Planner e Destination Wedding Planner.

Veronica Amati Wedding Planner indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Veronica Amati Wedding Planner indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Grazie a questa partnership, alla fine del percorso formativo, sono stati erogati ai corsisti importanti crediti formativi per il conseguimento della Certificazione di una professione tanto ambita ma che vive, nell’immaginario collettivo, di un’immagine tutta lustrini e paillettes che non corrisponde alla realtà.

Veronica Amati Wedding Planner indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Veronica Amati Wedding Planner indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier

Per svolgere questa professione occorre disporre di una preparazione straordinaria, frutto di una continua formazione e di un costante aggiornamento, senza mai perdere di vista le peculiarità del proprio ruolo.” – afferma Veronica Amati al termine dello straordinario party a tema “La Grande Bellezza” che ha mandato in scena all’Hotel Savoy a conclusione delle giornate di formazione e prima della realizzazione del meraviglioso real destination wedding  del giorno successivo a Palazzo Brancaccio.

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

Natalia Kulikova si è occupata di selezionare la coppia russa per cui ha creato il concept, coordinato le riprese fotografiche e video e il giorno dell’evento pianificato e organizzato insieme al team di Veronica Amati per concludere il progetto “The Destiny of Wedding”.

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

Eccellenze Italiane quelle che hanno vestito gli sposi nella giornata finale ed alcuni dei protagonisti della serata finale al Savoy. La Maison capitolina La Vie En Blanc Atelier ha realizzato due creazioni per la sposa, l’abito per l’elegantissimo gala dinner a tema “La grande bellezza” ed il romantico abito da sposa, interpretando poi anche il “red dress code” con meravigliosi abiti rossi realizzati per Veronica Amati, Natalia Kulikova e Barbara Vissani. La Sartoria Carosi, oltre a realizzare l’elegantissimo abito indossato dallo sposo, ha vestito il wedding planner Bruce Russel per l’evento “La Grande Bellezza”.

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

La sposa indossa una creazione de La Vie En Blanc Atelier – lo sposo indossa un completo di Sartoria Carosi

 “L’emozione di raccogliere l’applauso per il successo di una manifestazione importante ed articolata come questa, che coinvolge decine di interlocutori da coordinare e gestire, è solo il momento al vertice di un grande lavoro che richiede sacrificio, applicazione ed abnegazione. Una professione che deve essere svolta con passione ed entusiasmo ma che costa anche tante notti insonni, innumerevoli ore passate al computer e al telefono, tanto lavoro manuale, impegno e pressione che difficilmente si possono immaginare. Credere di ridurre tutto alle foto sul red carpet, indossando abiti firmati per i fans dei social è il peggiore errore che un’aspirante professionista del destination wedding possa commettere. Nell’organizzazione di un matrimonio bisogna saper essere presenti ma invisibili, con la consapevolezza di aver realizzato, grazie alla propria professionalità, il meraviglioso scenario dedicato ai veri protagonisti, quegli sposi che hanno commissionato il lavoro, sapendo vivere questo momento dietro le quinte, con la soddisfazione di aver regalato un sorriso ad una coppia che si è affidata alla nostra professionalità”, conclude Veronica Amati.

Press Office Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com

Producer:

Veronica Amati Destination Wedding Planner e Sinologa

Russian Wedding Expert:

Natalia Kulikova direttrice del Magazine Just Married destination wedding planner e Presidente di NK Wedding Academy

Institutional Partners:

Palazzo Brancaccio

Università Luiss Guido Carli

Buy Wedding in Italy

Special Guest:

Bruce Russell

Robert Chaar (Casa del Flora)

Clara Trama

Partners:

Filmmaster Events

Hotel Savoy Roma

Élan Artists

Barbara Vissani

Sonia Luongo

Lucia Simeone

Whitelife Studio

Wedding and Travel

I.W.P. – Associazione Italiana Wedding Planner

Just 4 Wedding

Eventi Lab

Wedding Solution

Italian Wedding Design

Zingone at the Wedding

Officine Ti.To.

Manuela Melillo Make up sposa Roma

Wedding Live

Sponsors:

W.P.A. – International Wedding Planner Association

La Vie en Blanc Atelier

Carosi Moda

Whitelife Studio

Fratelli Ghisu Autonoleggi

Pour Events Open bar

Capuano Gioielleria

ATWC

Micol Funaro

Media Partners:

JM Just Married

Progress Viaggi

Woman & Bride

Tutors:

Veronica Amati: Destination Wedding Planner in Italy

Website veronicaamati.com

Instagram veronica_amati_wp

Facebook Veronica Amati Wedding Planner, party designer and more

Bruce Russell: Destination Wedding Planner from London

Website bybrucerussell.com

Instagram bybrucerussell

Facebook Bruce Russell- Weddings Experiences Destinations

Natalia Kulikova: Destination Wedding Planner from Russia

Website wedding-academy.ru

Instagram Nata_kulikova

Facebook Natalia Kulikova Weddings

Robert Chaar: Floral and Event Designer from Lebanon

Website casadelflora.info

Instagram casadelflora

Facebook Casa Del Flora

Bianca Trusiani: Destination Wedding Consultant and Strategist

Website weddingandtravel.it

Instagram biancatrusiani

Facebook Bianca Trusiani

Barbara Vissani: Event and Wedding Designer

Website barbaravissani.it

Instagram Barbara Vissani Official

Facebook Barbara Vissani Design

Clara Trama: Wedding Planner

Website claratramaweddingplanner.it

Instagram Clara Trama Wedding Planner

Facebook Clara Trama

Sonia Luongo: Events & Flower Designer

Website sonialuongo.it

Instagram sonialuongosl

Facebook Sonia Luongo

Emanuele Usai: Creative Director and Digital Strategist

Instagram Emanuele Elo Usai

Facebook Emanuele Elo Usai

Anthea Sanna: Architect, Travel and Lifestyle Italian Blogger, Beauty reporter x Glamour.it

Website antheafashion.com

Instagram Anthea’s Fashion

Facebook Anthea Sanna

 

THE DESTINY OF WEDDING

T. +30 351 8078094

info@thedestinyofwedding.comwww.thedestinyofwedding.com

 

 

 

Palazzo del Drago svela le proprie meraviglie e rivela un territorio ricco di grandi valori storici, artistici e culturali.

LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI PALAZZO DEL DRAGO, DEL  26 OTTOBRE 2019, HA MESSO IN EVIDENZA LE GRANDI POTENZIALITÀ RICETTIVE DI UNA REGIONE MERAVIGLIOSA.

Sulle strade che furono percorse da eruditi, antichi viaggiatori, che cercavano nei loro Grand Tour l’essenza dello spirito italiano, sul percorso silenzioso della via Francigena, in un territorio che racconta secoli di storia e tradizioni, affacciato sulla sponda orientale del lago di Bolsena, nel cuore del borgo antico, sorge il meraviglioso Palazzo del Drago che con i suoi saloni affrescati, le logge con vedute sul lago, la cappella, i giardini e le terrazze, testimoni del passaggio dei secoli, si propone al pubblico con le sue numerosissime attrattive artistiche, storiche e culturali, che lo rendono estremamente interessante dal punto di vista  turistico e assolutamente vocato ad accogliere eventi e matrimoni di altissimo profilo.

Palazzo del Drago – Ph. Ilaria Palombi

Nella conferenza di presentazione, dopo il saluto ed il ringraziamento per l’ospitalità al Principe Don Ferdinando del Drago, elegantissimo padrone di casa di questa straordinaria dimora, la moderatrice Erika Gottardi ha introdotto le figure dei prestigiosi relatori della conferenza stampa.

Relatori – Ph. Ilaria Palombi

 

Primo fra tutti il Dott. Paolo Dottarelli, Sindaco di Bolsena, che ha condiviso il ringraziamento al Principe e l’emozione di presentare questo progetto che ha un profondo significato per Bolsena e testimonia una nuova apertura della Città, mostrando le proprie ricchezze al pubblico, in un momento in cui è necessario tutelare il territorio sviluppandone le peculiarità turistiche e storico culturali e privilegiando progetti come questo capaci di valorizzare le qualità più autentiche di questa meravigliosa regione. Un grazie va a chi affianca Bolsena in questa attività, spendendosi per esporre al meglio le bellezze della Città e del territorio della Tuscia Viterbese. Una menzione particolare per la Dr.ssa Maria Pace Guidotti, che con tanta passione ha illustrato le meraviglie del Palazzo ai numerosi ospiti, è stata manifestata dal Sindaco e confermata dalla Dr.ssa Stefania Marchetti, filologa, ideatrice di eventi a tema storico e location manager di Palazzo del Drago, che ha esposto con grande efficacia le grandi potenzialità del Palazzo per l’accoglienza di eventi di altissimo profilo e di matrimoni di respiro internazionale.

Il fenomeno del Destination Wedding è sempre alla ricerca di location uniche che trasmettano il feeling del gusto italiano e chi organizza un evento deve comprendere i desiderata del proprio cliente, anticiparne e realizzarne le aspettative, nel rispetto dei luoghi e dei territori e, in questo senso, Palazzo del Drago consentirà l’organizzazione di eventi unici, personalizzati dal prestigio di una Dimora testimone della storia di questa regione. Per comprendere meglio le peculiarità di questo territorio, il Prof. Luciano Dottarelli, presidente del Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia, filosofo e docente di discipline filosofiche nonché autore della prefazione del libro Fascinazione Etrusca, ha illustrato come sia riduttivo limitare le bellezze del territorio ai due soli attuali beni riconosciuti come patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sono, infatti, solo la Necropoli Etrusca di Tarquinia e la Macchina di Santa Rosa a rientrare in questa ristretta cerchia in cui molti altri siti della zona meriterebbero di essere menzionati.

 

La collocazione della Tuscia nell’Etruria ci consente di comprendere mirabilmente la grandezza storica e culturale di questa regione, come meglio evidenziato dal Prof. Stephan Steingräber, curatore del libro Fascinazione Etrusca e docente di Etruscologia e Antichità Italiche presso l’Università degli Studi Roma Tre. Un libro nato grazie alla casa editrice Annulli e da una collaborazione che ha unito il frutto di diversi convegni, con il contributo di moltissimi studiosi di differenti nazionalità, che ne hanno raccolto gli atti illustrando il passaggio di tantissimi personaggi che hanno viaggiato con l’obiettivo di conoscere questo territorio, a partire dalle tombe etrusche. Francesco Petrarca, ad esempio, nel 1337, passava per Capranica per trovare pace e nuove idee sul monte delle capre. Un testo che merita un adeguato approfondimento per una corretta valorizzazione, a livello turistico, di queste zone.

Un passaggio indispensabile che richiede un approccio professionale ed imprenditoriale, come ha evidenziato la Dr.ssa Bianca Trusiani, presidente del comitato tecnico scientifico del Buy Wedding in Italy e membro del comitato scientifico presso l’Osservatorio Italiano Destination Wedding Tourism. Occupandosi di turismo da diversi anni, la Dr.ssa Trusiani ha esposto con chiarezza come la cultura abbia bisogno di essere “spettacolarizzata” per una valorizzazione dei beni e delle bellezze dei territori che sia al passo coi tempi. Oggi il turismo di lusso si esprime nel poter gustare l’emozione di vivere pienamente luoghi meravigliosi come questo Palazzo, accanto ad una nobile famiglia, gustando i prodotti del territorio e nutrendosi della cultura di un luogo unico – ha affermato la Dr. ssa Trusiani. Il Destination Wedding è una necessità evidente di un mercato in continua evoluzione, che vuole vivere emozioni ed esperienze che, per essere proposte nella loro autenticità, devono essere mediate da figure professionali di altissimo prestigio come Stefania Marchetti, capace di progettare, costruire e realizzare eventi unici che trasmettano il respiro della nostra cultura più autentica, l’amore per la vita, la passione ed il gusto italiano che gli stranieri cercano nel nostro Paese.

Dobbiamo cambiare approccio valorizzando la nostra cultura e il Destination Wedding è una ulteriore occasione per fare economie e per esportare i nostri valori storico culturali ed il più autentico e prezioso Made in Italy – ha chiosato la Dr. ssa Stefania Marchetti al termine della conferenza.

Palazzo del Drago – Ph. Ilaria Palombi

Una ricchezza ed una diversità che gli ospiti hanno potuto apprezzare anche nel gustosissimo cocktail curato dell’Azienda Agricola Villa Caviciana che ha consentito di degustare le prelibatezze uniche di questo straordinario territorio, un abbinamento di eccellenti salumi locali accompagnati da vini bianchi, rossi e spumanti di altissima qualità, al quale ha fatto seguito un curatissimo tavolo dei dolci proposto da Officina 5 Sensi che ha deliziato i palati degli ospiti, mentre il tramonto colorava di rosso la strepitosa vista sul lago, in una atmosfera magica ed irripetibile.

Press Office Excelsum Publisher – info@maxpiccinno.com