PREMIO “COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD”

Il 21 maggio 2022 alle ore 16 (ora italiana), via streaming, è andata in onda la seconda edizione del COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD, il premio dedicato alle personalità che si sono distinte, ciascuno nel proprio campo, per aver diffuso e/o tutelato la cultura italiana e l’italianità. È il premio dedicato agli Italiani nel mondo, essendo orgogliosi del loro operato nei vari campi.

Il premio, istituito da Fondazione ITALY, da un’idea del Presidente Massimiliano Ferrara, è organizzato da MaMa communication, in collaborazione con UNITED International Media Partners.

Molte le adesioni, anche quest’anno, da parte di associazioni e realtà internazionali che hanno voluto dare il proprio contributo culturale così come i tanti Media Partners che sono vicini al premio. Partners e Media Partners insieme per una più ampia comunicazione e diffusione dell’orgoglio italiano nel mondo. Anche quest’anno personalità eccellenti sono stati collegati in diretta o tramite video messaggio, per parlare dell’Italia, nel nome di Cristoforo Colombo, l’importante esploratore italiano.

Il COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD è stato seguito in streaming su YouTube e sulle pagine Facebook, oltre a quella del premio, di Italian’s News, Dove Vivo all’Estero, Italian’s News Radio e MaMa communication, che si è occupata della produzione, la comunicazione, l’ufficio stampa e lo sviluppo internazionale.

La conduzione, anche per questa seconda edizione, è stata affidata al giornalista Emilio Buttaro, la regia a Andrea Castello (dalla Spagna), la realizzazione dei video e montaggio a Fabio Chiavassa e la grafica a Joe Kage.

Questi collaboratori, unitamente all’ideatore del premio, che lo presiede e lo coordina, fanno tutte parte del comitato organizzatore, unitamente a Marina Bertucci e a Maria Rosa Borsetti, che si occupano dell’ufficio stampa e del cerimoniale per MaMa communication.

Premiati 2022

L’evento è iniziato con un saluto augurale da parte di Emilio Buttaro a tutti i partecipanti collegati ed al vasto pubblico, ed anche a chi ha reso possibile tutto questo: i tanti collaboratori, ospiti, premiati, partners e Media Partners, oltre il Dammen Quartet per la bellissima sigla del Premio, ricordando che il 20 maggio è stato il 516° anniversario dalla morte di Cristoforo Colombo, la parola è poi passata Dott. Massimiliano Ferrara, Presidente di Fondazione ITALY che ha ringraziato tutti per la partecipazione.

Ma l’evento è entrato nel vivo navigando verso le acque di Santander (Cantabria) in Spagna dove il Cav. Romano Naboni si trovava nel luogo simbolo dedicato a Cristoforo Colombo, dove sono installate le tre caravelle simili a quelle utilizzate da Cristoforo Colombo. Naboni ha ricordato che la nave ammiraglia di Colombo era cantabrica e Juan de la Cosa, il suo capitano, anch’egli era cantabrico.

Il moderno viaggo di Cristoforo Colombo è continuato dando la parola al più grande esperto dell’esploratore italiano, giornalista ed autore di svariati libri: l’ultimo ha un titolo particolare “Dante, Colombo e la fine del mondo”, il Dott. Ruggero Marino, collegato da Roma, che ha illustrato il perché di questo titolo:

Dante aveva conoscenza del continente americano, alcuni versi del Purgatorio fanno intendere questa tesi, soprattutto quando enuncia le 4 stelle del Sud. All’epoca parlare del quarto mondo non era conveniente (erano infatti conosciuti solo 3 mondi: Europa, Asia e Africa) ma poi con l’attestazione dell’esistenza dell’America, con la rinnovata scoperta da parte di Colombo, divenne una realtà non contestabile.

Emilio Buttaro si collega con il Primo Premiato Totò Cascio, ex bambino prodigio, protagonista del film Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso” e da pochi mesi autore del libro “La gloria e la prova. Il mio Nuovo Cinema Paradiso 2.0“, un’autobiografia dolceamara ma carica di speranza dove Totò racconta la sua esperienza legata a una rara malattia che porta alla perdita della vista e il suo percorso di rinascita.

Totò Cascio (Attore e Scrittore) che ha ricevuto il Premio con la motivazione:

Per aver fatto commuovere il mondo già da bambino con un’interpretazione entrata a pieno titolo nella storia del cinema. Il suo percorso di vita, la rinascita ed il messaggio che riesce a dare continuano ad emozionate oggi come ieri.

Ha rivolto ringraziamenti a tutti quelli che gli hanno dato l’opportunità di ricevere questo ambito premio. Il libro per lui è stato una rinascita e lo ha scritto insieme con Giorgio De Martino, con la prefazione di Giuseppe Tornatore e la post prefazione di Andrea Bocelli. Il libro gli ha dato la consapevolezza di sperare e di ripartire per convivere con la sua malattia.

Ma per Totò Cascio le sorprese non sono finite qui… dall’America con il collegamento da New York la dott.ssa Mary Rorro, psichiatra, musicista e volontaria, ha suonato con la viola il brano “Note d’Amore”, leit motive del film Nuovo Cinema Paradiso.

Totò Cascio è rimasto sbalordito commuovendosi per l’esecuzione di questo brano musicale a lui dedicato, ringraziando per la sensibilità avuta nei suoi riguardi.

Il Columbus ha proseguito con un altro premiato, che si è distinto per l’attività di promozione culturale ad alti livelli e che presiede un’associazione molto apprezzata, che opera in particolare tra l’Italia, l’America e la Francia, con la seguente motivazione:

Per la sua instancabile attività di promotore della cultura italiana nel mondo, attraverso iniziative di alto livello, in Italia ed all’estero.

Il Premio del Columbus International Award 2022 è stato assegnato al Dott. Giuseppe Di Franco (Presidente Solunto Foundation).

Il Premio ha proseguito il suo viaggio approdando a New York dove il Cav. Josephine A. Maietta, Presidente di AIAE – Association of Italian American Educators, premiata lo scorso anno, ha presentato ospiti eccellenti, ringraziando per la rinnovata presenza e promettendo di inviare a Totò Cascio la maglietta dell’WRHU Hofstra University Radio, insignita dell’UNESCO World Radio Day Award, ed ha confermato la sua insistenza unitamente ad altre associazione italo-americane verso le istituzioni USA per la riabilitazione di Cristoforo Colombo, così oltraggiato ultimamente negli States.

Quindi Emilio Buttato ha potuto dare il benvenuto al Cav. Dott. Gilda Rorro, Vice Console Onorario per l’Italia in Trenton (New Jersey), Emerita, che viene premiata con la seguente motivazione:

Per la sua instancabile attività a servizio della cultura e dell’educazione scolastica, in America così come in Italia, non tralasciando il volontariato svolto ad altissimo livello.

Il Console che ha illustrato la sua attività nel New Jersey a favore della comunità italo-americana, promuovendo varie attività non ultima quella del video Italians Dream, il sogno italiano, il gemellaggio con l’Umbria, ed organizzando conferenze, eventi con varie Associazioni per diffondere l’italianità nelle scuole americane.

E’ la volta di un altro premiato, una persona forte dell’orgoglio italiano e desideroso di diffondere la nostra cultura, il Prof. Joseph Scelsa, (Fondatore, Presidente e Direttore dell’Italian American Museum), collegato da Boston, premiato con la seguente motivazione:

Per il suo importantissimo contributo nella conservazione, promozione e celebrazione della cultura italiana e della storia degli italoamericani e del loro contributo all’America, così costruendo un ponte tra il notevole passato ed il futuro in evoluzione della comunità.

Il Prof. Scelsa ha ringraziato per il Premio conferito e ha illustrato che il l’Italian Amrican Museum è nato nel 2001 per rendere stabile e mantenere un luogo dove confermare il contributo della comunità italo americana agli USA. Collezionando oggetti, cimeli, ricordi, documenti, archivi, ed organizzando simposi, mostre, eventi, per sensibilizzare la conoscenza ed apprezzare i contributi dati negli anni dagli italo- americani.

Tanti gli artisti italiani che hanno avuto successo in America. Uno di questi, ancora oggi molto amato, che oggi si è voluto ricordare e premiare è Mino Reitano (Cantante di fama mondiale) che ha partecipato 7 volte al Festival di Sanremo, 8 volte a Canzonissima, ha condiviso il palco con i Beatles, ha duettato con Frank Sinatra, ed alla presenza della figlia Giusy, in collegamento da Agrate Brianza, è stato premiato alla memoria con la seguente motivazione:

Per una carriera straordinaria fatta di successi, passione, rispetto, emozioni, autenticità. Le sue qualità artistiche ed umane lo hanno portato ad essere uno dei simboli italiani nel mondo.

Giusy Reitano, anche a nome della sua famiglia, si sente orgogliosa di ricevere questo Premio per quello che ha fatto di grande nella sua carriera ed ha rappresentato l’Italia nel mondo, riconoscendo i suoi meriti.

Il Dott. Massimiliano Ferrara, così come ha fatto per Totò Cascio, ha voluto fare una sorpresa anche alla famiglia Reitano con un omaggio da parte di Luigi Trombetta del gruppo musicale Pane e Cioccolato che da New York, sempre in diretta e vivamente emozionato, ha cantato proprio un brano di Mino Reitano, ”Una chitarra 100 illusioni”.

Giusy Reitano, anche lei molto emozionata per l’omaggio ricevuto, ha replicato constatando quanto amore c’è ancora verso suo padre, ringraziando l’organizzazione per l’attenzione avuta nei riguardi della famiglia.

L’evento ha poi visto tra i premiati il Dott. Andrea Mantineo, Presidente del Gruppo editoriale e Direttore di America OGGI, l’unico quotidiano in lingua italiana redatto e pubblicato negli Stati Uniti. La motivazione del premio:

Per aver orgogliosamente diretto, fin dalle origini, il famoso giornale America Oggi, fiore all’occhiello dell’editoria americana tutta Made in Italy, superando infinite difficoltà ed ostacoli.

Il Dott. Mantineo ha ringraziato e, ricordando la sua carriera di giornalista di oltre 50 anni, ha fatto riferimento anche ai 19 azionisti della società che pubblica il giornale di supporto agli italiani in America.

Per ultima la produttrice cinematografica ed organizzatrice di eventi per The hearth of showbusiness, e corrispondente per Los Angeles di Italian’s News, Alexia Melocchi ha presentato Giulia Lupetti, attrice, top model, star del Grande Fratello, testimonial di una nota compagnia telefonica e ambassador dello stilista italiano Gai Mattiolo, che porta la sua italianità in America ed impegnatissima tra varie produzione di films, che arriverà tra qualche settimana a Roma per le riprese di due mesi per un nuovo film.

Ma con Alexia Melocchi le sorprese non finiscono mai… presentando Sofia Milos, (Attrice e Modella), protagonista di films e movie per la tv come CSI Miami, I Soprano, molto famosa negli States ed all’estero, ed ha ricevuto il Premio Columbus con la seguente motivazione:

Per aver contribuito con la sua indiscussa fama mondiale a diffondere l’eccellenza e la bellezza italiana nell’ambito cinematografico e della moda.

Sofia Milos, ringraziando l’organizzazione per questo prestigioso Premio, conferma che anche se è a Los Angeles la sua italianità è fondamentale, salutando tutti gli italiani che la seguono nella sua carriera.

Al termine del collegamento Emilio Buttaro ha salutato tutti gli intervenuti ricordando l’appuntamento con il COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD per il prossimo anno per la terza edizione.

Va ricordato l’importanza del ruolo che riveste da quest’anno la realtà fondata dall’editore Massimiliano Ferrara che raggruppa ad oggi ben 14 entità internazionali: UNITED International Media Partners. UNITED è formato da: Italian’s News, WRHU Radio Hosfra (New York), Radio Vaticana, Radio La Luna (Argentina), La Voce d’Italia (Venezuela), Radio Internazionale Genk (Belgio), GIA – Giornale Italo Americano, Radio Blu Italia (Australia), Radio ICN (New York), Il Marco Polo (Canada), Christopher Magazine, America Oggi, The Heart of Showbusiness (America) e Italian’s News Radio.

L’orgoglio italiano, l’italianità e le eccellenze italiane avranno così una voce in più, un nuovo canale di diffusione … perchè insieme si è più forti!

Riassumendo il Premio COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD è stato assegnato anche quest’anno ad autentiche eccellenze:

  • Totò Cascio, il bambino prodigio protagonista del film Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso” e da pochi mesi autore del libro “La gloria e la prova. Il mio Nuovo Cinema Paradiso 2.0”
  • il Presidente di Solunto Foundation Giuseppe Di Franco
  • il grande Mino Reitano, con un premio nel suo ricordo che andrà alla figlia Giusy
  • il Direttore di America Oggi Andrea Mantineo
  • il Presidente dell’Italian American Museum di New York Joseph V. Scelsa
  • l’Onorevole Vice Console Onorario di Trenton, New Jersey, Cav. Gilda Battaglia Rorro Baldassari
  • l’attrice internazionale Sofia Milos.

Appuntamento, dunque, per il prossimo anno per la terza imperdibile edizione del Premio COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD.

Ufficio stampa by MaMa communication Marina Bertucci

bertucci1952@yahoo.com

AL TEATRO SANNAZARO TORNA IL FESTIVAL DI NAPOLI

Teatro Sannazaro – 6 aprile 2022

Ore 15:00 e Ore 20:30

Dove eravamo rimasti?

Torna in una versione riveduta e corretta Mercoledì 6 Aprile 2022 alle ore 15 ed alle ore 20:30,la 7.a edizione del Festival di Napoli, (che avrebbe dovuto tenersi a dicembre 2021 e che per covid fu rinviata, ed ora di nuovo in scena),  che si terrà presso il Teatro Sannazaro di Napoli in Via Chiaia 157, organizzata dall’A.N.I.A. – Associazione Nazionale Italiana Artisti, presieduta dal Maestro Massimo Abbate, figlio del noto cantante napoletano di fama internazionale Mario Abbate, per la valorizzazione della canzone e della cultura napoletana, patrocinato da Regione Campania, Comune di Napoli, Città Metropolitana di Napoli e Comune di S. Antonio Abate.

Il Festival di Napoli ebbe il suo esordio nel 1952 fino al 1971, dove ebbe una battuta d’arresto. Il Maestro Abbate, che ne cura la direzione artistica, con l’ausilio del Maestro Lino Patriota impegnato nella direzione musicale, lo sta riportando agli antichi splendori con la 7.a edizione al Teatro Sannazaro.

Il programma di questa edizione si divide in due parti, una con inizio alle 15, la seconda parte alle ore 20:30.

La prima parte è dedicata alla New Generation ed ha inizio alle ore 15:00.

La giornalista Magda Mancuso, in compagnia del collega Ennio de Vita, presenteranno i 18 cantanti della New Generation che duetteranno con i cantanti lirici. I 18 cantanti sono il risultato di una selezione di oltre 800 candidature pervenute nei mesi precedenti.

Ci saranno ospiti della tradizione napoletana ed ospiti internazionali, e in sala le modelle, scelte dopo un accurato casting, che rappresenteranno le 9 Muse, indossando abiti realizzati appositamente per il Festival dalla stilista Titti Petrucci con abiti dipinti.

Non mancheranno bellissimi momenti con le ospitate di genere:

– Genere Villanello_musica popolare (gruppo paese mio Ello)

– Genere macchietta con Claudio Carluccio (voce e chitarra)

– Tarantelle (gruppo Anima e danza

– Tamurriata (I vico

– Genere Barcarola 

– Genere Sceneggiata con Rosa Miranda e Ciro Capano

Interventi speciali del comico Massimiliano Cimino che interpreterà Edoardo De Filippo e Pupilla Maggio. 

Questa prima parte terminerà alle ore 19:00 circa.

     La Seconda parte avrà inizio alle ore 20:30.

Sarà presentata dall’attrice Valeria Altobelli che coinvolgerà Enzo Nicolò, Emanuela Giordano, Lorenza Licenziati e Magda Mancuso

In programma:

  • la sfilata delle 9 muse che, come omaggio a Napoli e ispirandosi alla Dea dell’Amore, indosseranno gli abiti da sposa dell’Atelier Nozze di Domenica Scaccia
  • l’esibizione dei 18 ragazzi della New Generation con canzoni inedite
  • 8 special guests:
  • Antonello Rondi
  • Mario Maione
  • Luciano Capurro
  • Anna Caso
  • Café chantant insieme alle ballerine
  • Vincitore del Premio Luciano Virgili dell’Ardenza
  • Vincitrice del Festival di Napoli in Albania
  • Orest Tsymbala, direttore artistico Festival of Naples in the world dall’Ucraina

Infine, si esibiranno le due vincitrici della scorsa edizione del festival: Enrica La Femina ed Imma d’Inverno.

  • Seguirà il gran finale, le premiazioni e non mancheranno le sorprese.

Durante il Festival verrà reso omaggio ai cantanti Enrico Caruso (100 anni dalla morte 1921-2021), Sergio Bruni (100 anni dalla nascita 1921-2021) e Mario Abbate (40 anni dalla scomparsa 1981-2021), che hanno reso famosa nel mondo la canzone e la cultura napoletana.

Ma il Festival non è solo dedicato alla musica ed alle sue melodie, perchè la musica abbraccia tutti i popoli unendoli e ponendo anche l’unione come unico obiettivo, esportando all’estero la tradizione e la cultura della canzone napoletana.

Il Festival di Napoli non è solo una kermesse canora ma così si identifica:

  • un volano per raccontare, promuovere e valorizzare la cultura partenopea
  • la didattica: coinvolgimento delle Accademie di Moda per ricordare l’alta sartorialità napoletana, le scuole alberghiere per valorizzare l’accoglienza di questo magnifico territorio
  • la finalità di valorizzare ancor di più la ricerca e l’innovazione nei giovani della New Generation grazie anche al supporto dei cantanti lirici nell’incontro con i giovani nell’interpretazione di brani classici, una novità suggerita da Massimo Abbate, direttore artistico del Festival di Napoli
  • l’arte: il Festival ospiterà nel foyer del teatro Sannazaro la rassegna d’arte “Napoli nel mondo e il mondo a Napoli”, per sottolineare come Napoli, culla di tante civiltà possa sotto il segno della musica, far convivere differenti linguaggi artistici, espressioni di creatività, cultura, crescita e rinascita, il tutto a cura de “Il Salotto Dadaista” affinché sia l’arte per la musica e la musica per l’arte.

Il Festival vedrà la partecipazione di  vari ospiti, tra cui: gli artisti Prof. Vincenzo Ruju ed il Maestro Gino De Vita de Il Salotto Dadaista, che presenteranno nel foyer del Teatro una rassegna di opere d’arte intitolata “Napoli nel mondo e il mondo a Napoli”, la stilista Maria Mauro titolare dell’Accademia Maria Mauro che si pone come obiettivo la preparazione di nuovi protagonisti nel mondo del Fashion, lo stilista Gianni Cirillo napoletano, specializzato in sofisticate creazioni di abiti da gran soirèe, impreziositi da ricami hand made e Gigi Finizio, noto cantante.

La kermesse musicale vedrà anche la presenza di Frà Gerardo D’Auria, Vice Presidente dell’A.F.Ma.L, recentemente insignito del “Premio per la Vita” conferito dalla Fondazione Gran Premio Internazionale di Venezia  – Leon d’Oro. Le finalità dell’Associazione sono principalmente in campo socio sanitario, sia in Italia che all’estero, ma anche la formazione è indirizzata in vari settori, per il sostegno e per ridare una speranza lavorativa a chi ha bisogno ed a chi si trova in uno stato di disagio sociale.

Una di queste finalità vede l’A.F.Ma.L. (Associazione Fatebenefratelli Malati Lontani) protagonista a Quarto (vicino a Pianura), un paese della Regione Campania, dove è stato aperto un centro di formazione “Regina Pacis” per i ragazzi provenienti dal carcere minorile di Nisida, dove grazie anche all’opera del Cappellano del carcere, Don Gennaro, i ragazzi sono stati inseriti in corsi di formazione di pasticceria e da pizzaiolo, in modo tale che tornati alla vita libera possano avere un mestiere introducendoli in realtà lavorative ed così toglierli dalla strada e dalle sue innumerevoli tentazioni. In merito al Festival Fra Gerardo D’Auria ha dichiarato “Il festival della canzone è un prestigioso evento al quale sono invitato e ne sono molto felice. Le nostre origini devono essere sempre coltivate, e sebbene la vita ci conduca in posti lontani a fare del bene, non dobbiamo mai dimenticare da dove siamo partiti. Aiutare questi giovani che trovano riscatto con la musica è un dovere di tutti, e per questo vi invito a partecipare numerosi.”

Musica, Arte, Unione, Solidarietà e Internazionalità: questa è la settima edizione del Festival di Napoli che sarà … Indimenticabile!

L’accesso agli spazi teatrali avverrà secondo protocollo anti-contagio Covid19 in base alle normative vigenti alla data dello spettacolo.

ANIA ha affidato l’Ufficio Stampa e la comunicazione, anche per questa edizione, a MaMa communication, che è anche coordinatore di “United International Media Partners” e creatore del “Premio Internazionale dei Media Partners”.

Link Spot Festival di Napoli – VII edizione

Marina Bertucci

by MaMa Communication

Ufficio Stampa A.N.I.A.

Cell. 335 7171206

ufficiostampa.ania@gmail.com