All’Università LUMSA di Roma il Convegno “Vivere in salute”

All’Università LUMSA di Roma il Convegno “Vivere in salute”

Come salvaguardare la nostra salute

Roma 27 settembre ore 16,30 Via di Porta Castello 44

Martedì 27 settembre alle ore 16,30 presso la Sala Pia dell’Università LUMSA di Roma  in Via Porta Castello 44 (Via della Conciliazione – zona Vaticano), si terrà la Conferenza / Dibattito “Vivere in salute” sulla importanza della prevenzione,  dello stile di vita e dei vari accorgimenti da seguire, che aiutano a salvaguardare la nostra salute ed a raggiungere quello stato di benessere psicofisico così sentito e ricercato da tutti, organizzato dall’A.C.M.S. Promo Grandi Eventi – Associazione culturale, in collaborazione con la Regione Lazio.

Valeria Mangani

L’appuntamento vedrà la partecipazione di relatori di alto profilo, noti professionisti del mondo della medicina, della cultura e della scienza, dello sport, della moda e dello spettacolo.

Nel corso della conferenza sarà trattato anche il tema dell’anoressia e della bulimia, grave problema da tanti ancora sottovalutato, che affligge nel nostro Paese oltre tre milioni di persone, in gran parte giovani ragazze.

L’iniziativa, rivolta in particolar modo alla fascia giovanile, proprio perché già da giovani bisogna iniziare a riflettere sul significato della parola “salute” e vuole sensibilizzare e mantenere alto e vivo l’interesse dei media, e di tutti su un tema così importante da cui dipende la nostra vita.

Considerato che l’evento si svolge presso una struttura universitaria, sarà gradita la presenza di studentesse di tutti i corsi di laurea.

Modera il dibattito:

Valeria MANGANI, icona di stile italiano nel mondo, già Vice Presidente di AltaRoma, scrittrice, Presidente di Sustainable Fashion Innovation Society, Ceo di Made in Italy Luxury Artigianale

RELATORI:

  • Irene BOZZI, psicoterapeuta, giornalista e  scrittrice
  • Silvia MIGLIACCIO, specialista in Endocrinologia e Nutrizione umana e malattie del metabolismo, Prof.ssa Associata Università Foro Italico di Roma, Segretario della S.I.S.A. Società Italiana Scienze dell’Alimentazione
  • Claudio GALLETTI, personale trainer c/o Virgin Active Roma Calasanzio, Campione di varie discipline sportive, giocatore e preparatore atletico di Handball Nazionale
  • Valerio BONAVOLONTA’, ricercatore universitario di metodi e didattiche delle attività sportive
  • Eleonora VALLONE, Ideatrice e direttrice di Acqua Film Festival,  premiata recentemente al Festival di Venezia, pittrice, attrice, giornalista ed esperta di Metodologie salutistiche in acqua
  • Ilaria DE NOVELLIS, acrobata aerea, laureata in Psicologia, già campionessa mondiale di tessuti aerei, trampoliera e ballerina per GDS PROD Giro del mondo in 80 giorni, Insegnante di discipline aeree c/o Scuola Nazionale di Circo ENACR di Parigi

Per seguire il convegno dalle 16.30 alle 19,00 di martedì 27 settembre ci si puo collegare con Google Meet e cliccare sul link https://meet.google.com/qux-cmwb-dzd.

Oppure aprire Meet ed inserire il codice: qux-cmwb-dzd

Press Office Marina Bertucci

email: t:domenici@informaperlavita.org

“Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia”

di Francesca Bruni

Dal 5 al 9 ottobre a Roma al Teatro 7 Off

Affascinante, fragile, seducente, determinata. La donna più amata e odiata della Storia. Ma chi era davvero Maria Antonietta? Cosa si nasconde dietro i falsi miti e le voci del passato?

Dopo il successo del debutto, “Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia” torna in scena al Teatro 7 Off dal 5 al 9 ottobre. È il primo spettacolo italiano che copre più di 20 anni della vita della regina, dalla sua partenza da Vienna fino alla condanna a morte sulla ghigliottina.

Maria Antonietta

Maria Antonietta è una ragazzina che a 14 anni lascia la sua casa per sposare il delfino di Francia, il futuro Luigi XVI, e diventa una regina simbolo del suo tempo, un’icona ancora oggi immortale.

Cresce accanto a un marito che non la sfiora, si fida delle persone sbagliate, si innamora di un conte svedese che non può amare, scappa dalla solitudine rifugiandosi nei giochi di carte, nelle feste e negli acquisti sfrenati. Intanto, fuori dalla gabbia dorata di Versailles, incombe un futuro di sangue e morte che cambierà per sempre le sorti del mondo.

“Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia” racconta una storia troppo spesso distorta e travisata. È uno spettacolo che commuove, fa sorridere, emoziona, e che per due ore trasporta lo spettatore in un’epoca lontana, dalla corte di Francia alle locande e le strade di Parigi.

Maria Antonietta

Un’opera che porta in scena 13 attori professionisti e due bambini, che interpretano più di 30 personaggi grazie ai costumi realizzati interamente a mano da Bàste Sartoria.

L’idea per lo spettacolo nasce da una visita alla meravigliosa reggia di Versailles, una visita fatta in un lontano giorno di vent’anni fa, ma che ha iniziato il lungo e accurato percorso di ricerca storica dietro al testo.

Ero poco più che bambina quando visitai Versailles con i miei genitori per la prima volta. Avrò avuto all’incirca la stessa età che aveva Maria Antonietta quando arrivò a Versailles da Vienna. Quel luogo, quella reggia dalla sontuosità maestosa, non saprei… ha un’energia tutta sua. E ci tornai, a Versailles, una seconda volta, qualche anno più tardi. E poi ancora e ancora. Avevo – non so come – cominciato a documentarmi su questa figura così affascinante che è la Regina Maria Antonietta”, spiega Francesca Bruni, autrice e regista dello spettacolo.

Maria Antonietta si pone come una donna moderna, iconica, affascinante, circondata da mille voci che la dipingono in altrettante sfaccettature.

L’idea è di portare in scena la vita e i pensieri di una donna, di una regina. Una storia controversa da trattare con la cura ed il riguardo che solo un palco può donare. Da una parte la regina frivola, sorda dei bisogni del proprio popolo, immersa com’è negli sfarzi regali che costituiscono il suo mondo. È vero. Ma dall’altra parte la figura umana e più intimamente segreta, custodita. Un universo privato, personale. A me interessava questa Maria Antonietta, in tutto il suo essere autentico.

E forse è proprio per questa sua autenticità che, dopo tutti questi anni, riesce ancora ad attirare l’attenzione del pubblico di tutto il mondo.

Questo ottobre, la storia di Maria Antonietta rivive sulla scena. E voi siete pronti a fare un viaggio nel tempo?

I biglietti sono in vendita sul sito.

Maria Antonietta – L’ultima regina di Francia

Da mercoledì 5 a sabato 8 ottobre, ore 21:00

Domenica 9 ottobre, ore 18:00

Teatro 7 Off – Via Monte Senario 81A, Roma

Prenota il biglietto:

https://www.mariaantoniettaspettacolo.com/prenotaora

Acquista il biglietto online:

Testo e regia Francesca Bruni

Produzione Pont d’Art Italia

Costumi Bàste Sartoria

Disegno luci Pietro Frascaro

Suono Giacomo Mirto

Foto promozionali Alessio Eleuteri

Video promozionale Giorgio Gerardi

Sito ufficiale:

https://www.mariaantoniettaspettacolo.com/

Informazioni e prenotazioni:

botteghino@teatro7off.it

info@mariaantoniettaspettacolo.com

Facebook:

https://www.facebook.com/maria.antonietta.spettacolo

Instagram:

https://instagram.com/maria.antonietta.spettacolo?igshid=YmMyMTA2M2Y=

DS Automobiles 79° Open d’Italia al via, è il momento dei campioni

Inizia lo spettacolo sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma), sede della Ryder Cup 2023. La Rolex Pro-Am, che ha anticipato l’evento, è stata vinta dal team dello spagnolo Adri Arnaus

Gabriel Omar Batistuta e Filippo Celli (Foto Capretti)

Tre campioni Major, il nordirlandese Rory McIlroy, l’inglese Matt Fitzpatrick e Francesco Molinari. E ancora: uno dei giovani di maggior talento nel panorama mondiale, il norvegese Viktor Hovland, a illuminare la scena sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma), la casa della Ryder Cup 2023, dove da domani, giovedì 15 settembre, a domenica 18 si svolgerà il DS Automobiles 79° Open d’Italia, uno degli eventi più importanti e antichi nel calendario del DP World Tour.

Lo show di grande golf fatto di agonismo, tecnica e giocate di classe è stato anticipato dalla tradizionale Rolex Pro-Am, alla quale hanno preso parte 34 squadre composte da un professionista e da tre dilettanti, vinta con “meno 28” dal team dello spagnolo Adri Arnaus con i dilettanti Ugo Chimenti, Matteo Natoli e Massimiliano Lancellotti, che ha preceduto le compagini di Francesco Laporta con Alfredo Puca, Roberto Renzella e Angelo Pizzaferri con “meno 26” e di Matt Fitzpatrick con Riccardo Verga, Mauro Vinchesi e Riccardo Nicora, stesso “meno 26”, ma peggior score sulle ultime nove buche.

Rory McIlroy (Foto Capretti)

Ottima prestazione della formazione degli atleti paralimpici Vittorio Cascino, Luisa Ceola e Loris Stradi, condotti dall’australiano Lucas Herbert, quarta con “meno 24”, a dimostrazione della forza inclusiva del golf, uno sport che va oltre ogni barriera. In quinta posizione la squadra dell’inglese Tyrrell Hatton con Cristiano Brambilla, Claudio Regoli e Aroldo Aroldi, medesimo “meno 24” ma penalizzata dalle nove buche finali  e in sesta quella di Rory McIlroy con Keith Pelley, Bernardo Mattarella e Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute. Hanno partecipato alla gara, tra gli altri, gli ex calciatori Gabriel Omar Batistuta e Giancarlo Antognoni e lo showman Marcello Macchia, alias Maccio Capatonda.

Francesco Molinari (Foto Capretti)

Inizia lo spettacolo – Rory McIlroy, numero due mondiale, Viktor Hovland, numero dieci, Matt Fitzpatrick, numero undici, e Francesco Molinari, che punta a divenire il primo italiano a vincere il torneo dopo i successi del 2006 e del 2016, saranno indubbiamente i favoriti, ma non avranno un compito facile in un field in cui figurano tanti giocatori di ottima caratura. Da due past winner qualil’inglese Tyrrell Hatton (2017) e il danese Thorbjorn Olesen (2018), agli spagnoli Pablo Larrazabal (due vittorie in stagione), Rafa Cabrera Bello e Jorge Campillo, dall’australiano Min Woo Lee, fratello di Minjee Lee, numero tre del ranking mondiale femminile, ai sudafricani Brandon Stone e Daniel Van Tonder. Per proseguire con gli statunitensi Kurt Kitayama e Sean Crocker, con i thailandesi Kiradech Aphibarnrat e Jazz Janewattananond e con il cinese Ashun Wu.

Senza dimenticare due promesse come i 21enni gemelli danesi Nicolai, che difenderà il titolo, e Rasmus Hojgaard, due successi sul tour per il primo e tre per il secondo. Vi saranno anche altri vincitori di precedenti edizioni: l’inglese Ross McGowan (2020), lo svedese Rikard Karlberg (2015), i francesi Julien Quesne (2013) e Gregory Havret (2001), lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño (2007, 2012) e l’inglese Robert Rock (2011).

Edoardo Molinari (Foto Capretti)

I 19 azzurri – Saranno 19 gli azzurri in gara. Oltre a Francesco Molinari, reduce dal nono posto nel BMW PGA Championship, proveranno a far valere il loro buon momento di forma Guido Migliozzi, 13° al Wentworth Club, e Francesco Laporta, che ha un buon feeling con l’Open, quarto lo scorso anno e settimo nel 2019. Debutterà al professionismo Filippo Celli, dopo un’estate da ricordare con il successo nel Campionato Europeo individuale, la Silver Medal quale miglior dilettante al The Open e con la vittoria nel Campionato Mondiale a squadre con la compagine italiana di cui ha fatto parte anche Marco Florioli, il quale sarà in campo insieme ad altri due amateur, Flavio Michetti e Giovanni Manzoni.

Proveranno a dire la loro Renato Paratore e Andrea Pavan, che sanno come vincere sul circuito, ma l’Open nazionale sarà comunque di grosso stimolo per tutti gli altri azzurri: Lorenzo Gagli, Luca Cianchetti, Andrea Saracino, Andrea Romano, Giacomo Fortini, Manfredi Manica, Jacopo Vecchi Fossa, Stefano Mazzoli e Gregorio De Leo.

Compito particolare per Edoardo Molinari, vice capitano del Team Europe alla Ryder Cup 2023, impegnato insieme al capitano, l’inglese Luke Donald, e all’altro vice capitano, il danese Thomas Bjorn, a studiare il  percorso e valutare possibili candidati per un posto nella squadra continentale.

Le interviste

Francesco Molinari: “Il mio obiettivo primario è di giocare la Ryder Cup del 2023. Ho ripreso appositamente la scorsa settimana con la prima gara di qualificazione in Inghilterra e le sensazioni sono state buone. La mia condizione fisica è migliore, ma naturalmente il cammino è ancora lungo. E’ stato bello comunque ritrovare un buon rendimento dopo un periodo di lavoro intenso a casa. L’Open? Quest’anno i segnali sono molto diversi, si respira aria di Ryder Cup, forse per la presenza di McIlroy, Hovland e di altri campioni. Mi auguro che sia un evento di grande successo”.

Rory McIlroy: “Sono molto felice di essere a Roma e di poter giocare per la prima volta nella mia carriera l’Open d’Italia. Peraltro ho un bel ricordo dell’Italia dove nel 2006 ho vinto il Campionato Europeo dilettanti. Mi piacerebbe conquistare anche questo titolo, in un evento importante al quale partecipano tanti ottimi giocatori e che si disputa sul percorso che ospiterà la Ryder Cup 2023. Mi auguro che nel prossimo settembre faccia parte del Team Europe Francesco Molinari, che nel BMW PGA Championship ho visto in ottima condizione. Quanto al torneo, personalmente non ho bisogno di motivazioni particolari quando gioco: so di essere forte e punto sempre ad essere il migliore”.

Luke Donald: “Sono felice di essere qui, Roma è un posto speciale. Il percorso del Marco Simone Golf & Country Club è in un ottimo stato di forma e tutti i giocatori con cui ho parlato in questi giorni non hanno fatto altro che rimarcare tale aspetto. Sono entusiasta che all’Open d’Italia, un torneo importante, siano arrivati tanti grandi campionicome, tra gli altri, Rory McIlroy, Viktor Hovland, Matt Fitzpatrick e Francesco Molinari. Il processo di qualificazione per i giocatori europei, alla Ryder Cup 2023, è iniziato la scorsa settimana. Ho avuto modo di giocare al BMW PGA Championship con Francesco Molinari e sono rimasto impressionato dai suoi colpi e dalle sue giocate”.

Matt Fitzpatrick: “Non vedo l’ora di iniziare il torneo. A nome di tutta la mia famiglia desidero ringraziare la Federazione Italiana Golf per aver invitato a partecipare anche mio fratello Alex. Questa settimana le motivazioni sono altissime: si gioca sul percorso che ospiterà la prossima Ryder Cup e sono già in palio i punti per le qualificazioni. Il campo è in ottime condizioni. La buca 16 sarà certamente uno snodo importante per vincere i match. Si notano gli accorgimenti studiati da Luke Donald, con l’ausilio di Edoardo Molinari e Thomas Bjørn, per far sì che l’Europa possa rendere al massimo tra un anno. Voglio far parte del Team che sfiderà gli USA e dare il mio contributo per la vittoria”. 

I tee times: F.Molinari con McIlroy, Migliozzi con Donald Francesco Molinari giocherà i primi due round del DS Automobiles 79° Open d’Italia con il nordirlandese Rory McIlroy e con il danese Nicolai Hojgaard, campione in carica. La loro gara, domani giovedì 15 settembre, comincerà alle ore 8:30 dal tee della buca 10.

Mentre alle 13:30, dalla 1, prenderà il via il torneo di Edoardo Molinari che avrà al suo fianco il norvegese Viktor Hovland e l’inglese Matt Fitzpatrick. Subito dopo, alle 13:40, toccherà a Guido Migliozzi che avrà un’occasione importante. Con lui ci saranno Luke Donald e il polacco Adrian Meronk.

Per i giocatori europei in palio punti per la qualificazione alla Ryder Cup 2023 – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia sarà la seconda gara, dopo il BMW Championship, di qualificazione per i giocatori europei in cui si assegnano punti per assicurarsi un posto in squadra nel Team Europe alla Ryder Cup 2023.

Settimana Europea dello Sport: anche il DS Automobiles 79° Open d’Italia tra gli eventi ufficiali – La Federazione Italiana Golf, attraverso il DS Automobiles 79° Open d’Italia – evento clou del Progetto Ryder Cup 2023 – ha aderito alla Settimana Europea dello Sport, iniziativa promossa dal Dipartimento per lo Sport e Sport e Salute, in programma dal 23 al 30 settembre per sensibilizzare a uno stile di vita sano e attivo.

Formula di gara e montepremi -Il torneo si giocherà sulla distanza di 72 buche (18 al giorno). Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Il montepremi è di 3.000.000 di euro, con prima moneta di 510.000 euro.

Il torneo in diretta su Sky Sport – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia verrà trasmesso in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW per tutte e quattro le giornate di gara, a partire dalle ore 13:30 di giovedì 15 settembre. Telecronache e commenti saranno affidati ad Alessandro Lupi, Roberto Zappa, Marco Cogliati e Massimo Scarpa, che affiancherà anche Francesca Piantanida negli appuntamenti con lo “Studio Golf”.

Il quarto giro su Rai Sport – Il round finale sarà teletrasmesso domenica 18 settembre anche da Rai Sport in differita dalle ore 21:30.

Ospite d’eccezione, il trofeo della Ryder Cup – Il trofeo della Ryder Cup, sempre più un’icona popolare, verrà esposto in bella mostra in una tenda dedicata al Villaggio Commerciale dell’Open d’Italia e sarà a disposizione per foto e selfie dal 15 al 18 settembre.

Il Family Open organizzato dal Comitato Regionale del CONI Lazio – Una festa di sport e divertimento. Dalle ore 9:00 alle 19:00 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del CONI Lazio e di tecnici federali, potranno svolgere discipline e attività ricreative, dinamiche e coinvolgenti come, tra le altre: pallacanestro, scherma, vela (simulatore con barca), tennis, pugilato, tiro a segno, tiro con l’arco. Il tutto in collaborazione con la Regione Lazio. Per un Open coinvolgente ed entusiasmante, anche per i più piccoli che, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, punta far avvicinare sempre più bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI saranno a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

L’ottava volta nel Lazio – Per l’ottava volta l’Open d’Italia si giocherà nel Lazio – Regione ormai dalla importante tradizione golfistica – dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), le due all’Olgiata (2002 e 2019) e al Marco Simone (1994, 2021).

The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup – Spirito di gruppo, gioco di squadra, rispetto delle regole e degli avversari. In una competizione che punta a far respirare alle nuove leve l’atmosfera unica della Ryder Cup. Domenica 18 settembre al Marco Simone Golf & Country Club andrà in scena la “The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup”, ormai tradizionale sfida tra i 12 migliori under 14 del Team Lazio e i 12 migliori under 14 del Team Italia, capitanati rispettivamente da Gianluca Baldasso e Gianmarco Libardi.

Il Marco Simone Golf & Country Club vestito a festa per accogliere i grandi campioni internazionali – Il Marco Simone Golf & Country Club ha già ospitato la competizione nel 1994, quando a imporsi fu l’argentino Eduardo Romero, e nel 2021, quando a conquistare il titolo fu il danese Nicolai Hojgaard. Nel circolo della famiglia Biagiotti, su un campo – progettato anche per le sfide match play – completamente rinnovato e all’avanguardia, che già lo scorso anno conquistò tutti i campioni in gara, sarà spettacolo assicurato. Su un percorso “green” ed ecosostenibile, che è già diventato un punto di riferimento a livello internazionale.

Hole in one: in palio una DS 4 E-TENSE – Nei quattro giorni di gara, il giocatore che per primo alla buca 7 (par 3, 219 yards, 200 metri) realizzerà una “hole in one” si aggiudicherà un’autovettura DS 4 E-TENSE. Nel 2021 a firmare la prodezza fu Edoardo Molinari, alla stessa buca nel corso del primo giro.

I Partner – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia, con il Patrocinio di Regione Lazio, del Comune di Roma, del Comune di Guidonia Montecelio e del CONI, ha il supporto di: DS Automobiles (Title Sponsor), Rolex (Main Sponsor e Title Sponsor della Pro Am), Regione Lazio (Main Partner Istituzionale), Fideuram (Official Bank), DP World (Official Sponsor), Fortinet (Official Sponsor), Emirates (Official Sponsor), Kappa (Technical Sponsor), Acqua San Bernardo (Official Supplier), Rinascente (Official Supplier), Bisol 1542 (Official Sparkling Wine), Posteassicura (Official Supplier), Costa Crociere (Official Supplier), Hilton (Official Supplier), Faema (Official Supplier), Sharp (Technical Supplier), Deloitte (Official Supplier), Titleist (Technical Supplier), RDS (Official Radio), Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Infront (Official Advisor).

Oliviero Toscani. Il maestro della fotografia in Ogliastra per ritrarre i centenari della Blue Zone Sarda

Shooting fotografico – settembre 2022

Il maestro Oliviero Toscani èarrivato in Ogliastra, nei paesi della Blue Zone Sarda, per uno shooting fotografico che,fra le mura domestiche e di casa in casa, ha come protagonisti i centenari e gli ultranovantenni dei Comuni di Arzana, Baunei, Perdasdefogu, Villagrande, Talana e Urzulei.

Pietro Mereu e Oliviero Toscani

Il creatore di “Razza Umana – Human Race”, uno dei fotografi più innovativi di sempre, a metà strada tra arte, moda e comunicazione, ha accolto di buon grado l’invito del regista Pietro Mereu, presidente dell’Associazione Culturale Mater Dea, affiancato dalla vicepresidente Ludovica Piras, per realizzare scatti d’autore in una della cinque Blue Zone con il record mondiale di longevità.

Angela Barris 96 anni di Arzana e Oliviero Toscani

«Cento, cento anni! Un miraggio che però mette anche una certa paura, pur essendo il sogno di tutti quello di arrivare a questa età. I centenari mi incutono un senso di quiete, forse perché dimostrano di non voler ottenere dalla vita più di ciò che hanno già avuto. Stranamente, trovo che si assomiglino fra loro, mi danno l’impressione di appartenere ad una comunità di extraterrestri, hanno un’aria mista di passato e futuro. Sono sicuramente degli esseri umani molto affascinanti», afferma Oliviero Toscani.

Antonio Melis di 101 anni di Villagrande Strisaili e Oliviero Toscani

Il progetto fotografico si avvale del patrocinio dei Comuni della Blue Zone d’Ogliastra: Arzana, Baunei, Perdasdefogu, Talana, Urzulei e Villagrande Strisaili e del sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission. Le fotografie firmate da Toscani verranno stampate in gigantografie e posizionate nei vari comuni della Blue Zone di appartenenza dei centenari in una mostra permanente. Un regalo per le comunità in memoria delle proprie radici.

Battistina Secci 99 anni di Urzulei e Oliviero Toscani

«Sono tanti i fotografi che si sono cimentati nel ritrarre i centenari sardi, ma ho sempre pensato che fosse necessario un progetto comune e un grande maestro per farlo. Così ho ritenuto opportuno contattare Toscani.

Domenico Murru 93 anni di Talana e Oliviero Toscani

Lui ha sposato subito l’idea raccontandomi che, in uno dei suoi primi lavori, aveva ritratto ad Arles Jeanne Calment, la donna più vecchia del mondo vissuta fino a 122 anni, che da bambina puliva i pennelli di Vincent van Gogh. Stiamo già lavorando con l’obiettivo di portare l’intera esposizione, completa di tutte le fotografie riunite, in una location molto prestigiosa di Roma nel mese di marzo 2023», spiega Pietro Mereu.

Gabriele Mereu di anni 97 anni e Ermelinda Piroddi di Villagrande Strisaili con Oliviero Toscani
Mario Firino di 102 anni di Villagrande Strisaili e Oliviero Toscani
Mulas Maria 98 anni di Urzulei e Oliviero Toscani
Murru Serafino 95 anni di Urzulei e Oliviero Toscani
Stochino Attilio 100 anni di Arzana, Oliviero Toscani e Pietro Mereu

DS Automobiles 79° Open d’Italia: le stelle del green nella casa della Ryder Cup 2023

Da Rory McIlroy a Viktor Hovland, da Matt Fitzpatrick a Francesco Molinari, tanti campioni si sfidano dal 15 al 18 settembre sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma) nel torneo del DP World Tour. La Rolex Pro-Am anticipa la competizione

Le stelle del golf internazionale sono pronte a illuminare il DS Automobiles 79° Open d’Italia, evento del DP World Tour in programma dal 15 al 18 settembre (ad anticipare la competizione sarà, mercoledì 14, la Rolex Pro-Am) al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma). Nella casa della Ryder Cup 2023, saranno 156 i giocatori che si contenderanno un montepremi di 3 milioni di euro.

Il field: in gara tre tra i migliori undici al mondo – In un field di ottimo livello tecnico spiccano i nomi di tre fra i migliori undici al mondo: il nordirlandese Rory McIlroy, quattro Major nel suo palmarés, che, runner up al BMW PGA Championship, è salito dal terzo al secondo posto nel world ranking, il norvegese Viktor Hovland (decimo) e l’inglese Matt Fitzpatrick (undicesimo), vincitore quest’anno di un Major (US Open). Senza dimenticare Francesco Molinari, unico italiano a fregiarsi di un Major, reduce da un’ottima prova al Wentworth Club (9°) e che, dopo essersi imposto per due volte nell’Open d’Italia (2006, 2016) potrebbe divenire il primo azzurro a firmarne tre.

Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio

Difenderà il titolo il danese Nicolai Hojgaard, in gara insieme al fratello gemello Rasmus, in un contesto in cui vi saranno tanti altri giocatori in grado di garantire spettacolo e proporsi per ruoli da protagonisti come l’inglese Tyrrell Hatton e il danese Thorbjorn Olesen, a segno nel 2017 e nel 2018, l’australiano Min Woo Lee, fratello di Minjee Lee, numero tre del ranking mondiale femminile, gli spagnoli Pablo Larrazabal (due titoli in stagione), Rafa Cabrera Bello e Jorge Campillo, il francese Victor Perez, i sudafricani Brandon Stone, Hennie Du Plessis e Daniel Van Tonder, gli statunitensi Kurt Kitayama e Sean Crocker, i thailandesi Kiradech Aphibarnrat e Jazz Janewattananond e il cinese Ashun Wu. In campo anche altri past winner: l’inglese Ross McGowan (2020), lo svedese Rikard Karlberg (2015), i francesi Julien Quesne (2013) e Gregory Havret (2001), lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño (2007, 2012) e l’inglese Robert Rock (2011).

Gli azzurri – Insieme a Francesco Molinari saranno numerosi gli azzurri che puntano in alto, da Guido Migliozzi, reduce dal 13° posto al BMW Championship, a Francesco Laporta, che ha un bel feeling con l’Open d’Italia dove è terminato settimo nel 2019 e quarto nel 2021, da Renato Paratore a Nino Bertasio per proseguire poi con Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Debutterà tra i professionisti Filippo Celli, gran protagonista dell’estate con il titolo europeo individuale, la Silver Medal conquistata al The Open quale miglior dilettante e il successo nel Campionato Mondiale a squadre insieme a Marco Florioli (che sarà al via) e a Pietro Bovari.  Senza dimenticare Edoardo Molinari, che svolgerà anche le sue funzioni di vice capitano del Team Europe per la prossima Ryder Cup insieme al capitano, inglese Luke Donald, e all’altro vice capitano, il danese Thomas Bjorn.

Per i giocatori europei in palio punti per la qualificazione alla Ryder Cup 2023 – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia sarà la seconda gara, dopo il BMW Championship, di qualificazione per i giocatori europei in cui si assegnano punti per assicurarsi un posto in squadra nel Team Europe alla Ryder Cup 2023.

Settimana Europea dello Sport: anche il DS Automobiles 79° Open d’Italia tra gli eventi ufficiali – La Federazione Italiana Golf, attraverso il DS Automobiles 79° Open d’Italia – evento clou del Progetto Ryder Cup 2023 – ha aderito alla Settimana Europea dello Sport, iniziativa promossa dal Dipartimento per lo Sport e Sport e Salute, in programma dal 23 al 30 settembre per sensibilizzare a uno stile di vita sano e attivo.

Le conferenze stampa – Nel Media Center del DS Automobiles 79° Open d’Italia, sono in programma le seguenti conferenze stampa:

Martedì 13 settembre: Filippo Celli (ore 13:30), Edoardo Molinari (ore 14:00) e Francesco Laporta (ore 15:30).

Mercoledì 14 settembre: Luke Donald (ore 11:30), Rory McIlroy (ore 13:00), Matt Fitzpatrick (13:30), Francesco Molinari (14:30).

Le conferenze stampa saranno trasmesse in diretta sulla pagina Facebook della Federazione Italiana Golf (https://www.facebook.com/FederGolf) e sulla pagina Facebook dell’Open d’Italia (https://www.facebook.com/ItalianOpen).

Formula di gara e montepremi. Ad anticipare la sfida sarà la Rolex Pro-Am – Il torneo si giocherà sulla distanza di 72 buche (18 al giorno). Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Il montepremi è di 3.000.000 di euro, con prima moneta di 510.000 euro. Ad anticipare la competizione mercoledì 14 sarà la Rolex Pro-Am.

Il torneo in diretta su Sky Sport – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia verrà trasmesso in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW per tutte e quattro le giornate di gara, a partire dalle ore 13:30 di giovedì 15 settembre. Telecronache e commenti saranno affidati ad Alessandro Lupi, Roberto Zappa, Marco Cogliati e Massimo Scarpa, che affiancherà anche Francesca Piantanida negli appuntamenti con lo “Studio Golf”.

Il quarto giro su Rai Sport – Il round finale sarà teletrasmesso domenica 18 settembre anche da Rai Sport in differita dalle ore 21:30.

Ospite d’eccezione, il trofeo della Ryder Cup – Il trofeo della Ryder Cup, sempre più un’icona popolare, verrà esposto in bella mostra in una tenda dedicata al Villaggio Commerciale dell’Open d’Italia e sarà a disposizione per foto e selfie dal 15 al 18 settembre.

Il Family Open organizzato dal Comitato Regionale del CONI Lazio – Una festa di sport e divertimento. Dalle ore 9:00 alle 19:00 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del CONI Lazio e di tecnici federali, potranno svolgere discipline e attività ricreative, dinamiche e coinvolgenti come, tra le altre: pallacanestro, scherma, vela (simulatore con barca), tennis, pugilato, tiro a segno, tiro con l’arco. Il tutto in collaborazione con la Regione Lazio. Per un Open coinvolgente ed entusiasmante, anche per i più piccoli che, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, punta far avvicinare sempre più bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI saranno a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

L’ottava volta nel Lazio – Per l’ottava volta l’Open d’Italia si giocherà nel Lazio – Regione ormai dalla importante tradizione golfistica – dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), le due all’Olgiata (2002 e 2019) e al Marco Simone (1994, 2021).

The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup – Spirito di gruppo, gioco di squadra, rispetto delle regole e degli avversari. In una competizione che punta a far respirare alle nuove leve l’atmosfera unica della Ryder Cup. Domenica 18 settembre al Marco Simone Golf & Country Club andrà in scena la “The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup”, ormai tradizionale sfida tra i 12 migliori under 14 del Team Lazio e i 12 migliori under 14 del Team Italia, capitanati rispettivamente da Gianluca Baldasso e Gianmarco Libardi.

Il Marco Simone Golf & Country Club vestito a festa per accogliere i grandi campioni internazionali – Il Marco Simone Golf & Country Club ha già ospitato la competizione nel 1994, quando a imporsi fu l’argentino Eduardo Romero, e nel 2021, quando a conquistare il titolo fu il danese Nicolai Hojgaard. Nel circolo della famiglia Biagiotti, su un campo – progettato anche per le sfide match play – completamente rinnovato e all’avanguardia, che già lo scorso anno conquistò tutti i campioni in gara, sarà spettacolo assicurato. Su un percorso “green” ed ecosostenibile, che è già diventato un punto di riferimento a livello internazionale.

Hole in one: in palio una DS 4 E-TENSE – Nei quattro giorni di gara, il giocatore che per primo alla buca 7 (par 3, 219 yards, 200 metri) realizzerà una “hole in one” si aggiudicherà un’autovettura DS 4 E-TENSE. Nel 2021 a firmare la prodezza fu Edoardo Molinari, alla stessa buca nel corso del primo giro.

I Partner – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia, con il Patrocinio di Regione Lazio, del Comune di Roma, del Comune di Guidonia Montecelio e del CONI, ha il supporto di: DS Automobiles (Title Sponsor), Rolex (Main Sponsor e Title Sponsor della Pro Am), Regione Lazio (Main Partner Istituzionale), Fideuram (Official Bank), DP World (Official Sponsor), Fortinet (Official Sponsor), Fly Emirates (Official Sponsor), Kappa (Technical Sponsor), Acqua San Bernardo (Official Supplier), Rinascente (Official Supplier), Bisol 1542 (Official Sparkling Wine), Posteassicura (Official Supplier), Costa Crociere (Official Supplier), Hilton (Official Supplier), Faema (Official Supplier), Sharp (Technical Supplier), Deloitte (Official Supplier), Titleist (Technical Supplier), RDS (Official Radio), Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Infront (Official Advisor).

IL REGNO DI BABBO NATALE SULLE COLLINE DI VETRALLA (VITERBO) HA FATTO 10 E RIAPRE IL 16 SETTEMBRE RICCO DI SUGGESTIVE E MAGICHE NOVITÀ

Sorge un Regno incantato sulle colline di Vetralla, in provincia di Viterbo. Dove si entra soltanto se si torna bambini. Bambini da 0 a 1000 anni.

Un mondo magico, in cui emozioni e sentimenti si fondono al cospetto dello spirito del Natale. Sarà possibile entrare in questo luogo incantato a partire da venerdì 16 settembre, alle ore 16 (aperto poi tutti i giorni, dalle 9.30 alle 19.39 fino al 6 gennaio).

Il Regno di Babbo Natale non è semplicemente un luogo da visitare, ma un luogo da vivere. Dove l’atmosfera è piena di colori, di luci, di suoni. Ma soprattutto di grandi sentimenti, che non conoscono differenze, non c’è diversità.

Perché tutti amano il Natale e tutti amano vivere il Natale. Un viaggio al Regno di Babbo Natale è un abbonamento a un’esperienza unica, che da 10 anni regala a chiunque abbia varcato la sua soglia, momenti indimenticabili.

La Mappa del Regno di Babbo Natale

Un posto unico al mondo, che in più di 8000 mq, estende le sue attrazioni, le sue dimore, le sue galassie alla portata di chiunque decida di guardarsi dentro, lasciarsi alle spalle le frustrazioni o lo stress della quotidianità, e immergersi in un percorso che mai si dimenticherà.

A cominciare dal Bosco Incantato, dove i 100% Elfetti, instancabili aiutanti di Babbo Natale, lavorano incessantemente per preparare i doni. La Casa di Babbo Natale, sapientemente sorvegliata dagli Schiaccianoci, in cui è possibile incontrare l’uomo più buono del mondo, per riempirci il cuore di gioia.

Il Tunnel dei mille dolci, dove le luci effettuano giochi di colore straordinari, che conducono poi al Regno dei Ghiacci, con gli Orsi Polari e i Pinguini a fare da paggetti del Regno.

Tunnel dei Milledolci

Un negozio con ogni sorta di decorazione, di oggettistica, di abbigliamento dedicati al Natale. Considerato, per le sue dimensioni, uno dei centri Natalizi più grandi d’Europa. Non esiste pallina, albero, festone, presepe, ma anche arredo casa, addobbi ed essenze profumate che lì, nel Regno di Babbo Natale, non si trovino.

C’è poi la parte esterna, il Victorian Village, con i suoi outlet, i suoi punti food tra bar e ristorante, dolciumi, prodotti tipici della Tuscia (l’area viterbese dove è collocato Il Regno di Babbo Natale), le giostre, la pista di pattinaggio e tanta animazione coi personaggi unici del Regno di Babbo Natale.

Caroselfo nel Victorian Village del Regno di Babbo Natale

Che si creda al Natale o meno, è un’esperienza strepitosa, in cui è impossibile non tornare bambini, almeno per tutta la durata della visita.

Milioni di persone in questi 10 anni, da quando un piccolo chiosco si è trasformato nel magico Regno di Babbo Natale, partono da tutta Europa per partecipare a questo piccolo grande miracolo contemporaneo e riportarsi a casa le più belle ed uniche decorazioni Natalizie da tutto il mondo.

Meravigliosa anche l’accoglienza di tutti i personaggi, i veri abitanti del Regno di Babbo Natale, a cominciare dai 100% Elfetti. E poi Rudy la Renna, Steve il Candy Cane, Henry lo Schiaccianoci, Lampo.

Insomma un viaggio in quella fantasia che diventa realtà. In quel mondo che tutti sognano di visitare, e che oggi lo possono fare. Dove l’unica parola d’ordine per entrare è: il Natale. Quello che si ha dentro il cuore, e che batte ogni volta che lo si vive. Ecco perché quello al Regno di Babbo Natale non è solo un viaggio ma un autentico salto nella propria anima.

Torta del decimo anniversario

IL PROGRAMMA DEL DECIMO ANNIVERSARIO E LE NOVITÀ

Non potevano mancare le iniziative per questa edizione speciale del decennale del Regno di Babbo Natale. E’ prevista una parata proprio per scandire la data importante che il 2022 rappresenta, con una sfilata di tutti i personaggi pronti ad emozionare tutti, dai più piccoli ai più grandi.

Sono in preparazione spettacoli e musiche inedite, con un nuovo album di meravigliose canzoni natalizie realizzate appositamente per il Regno di Babbo Natale.

Tanti weekend dedicati alle tradizionali ricorrenze ed una grande serie di novità che sveliamo in anteprima qui: https://www.ilregnodibabbonatale.it/cosa-fare-nel-regno-di-babbo-natale-la-magia-degli-addobbi-natalizi. E poi ancora momenti culturali, giornate dedicate al food ed esibizione di tanti artisti che normalmente sfilano per la galassia del Regno.

Libro “Ogni giorno è Natale”

IL MAGICO E INCANTATO LIBRO DEL REGNO DI BABBO NATALE

Ma il pezzo forte, il vero fiore all’occhiello di questa annata è racchiusa in un volume dal titolo: OGNI GIORNO È NATALE. Un libro inedito che contiene la ricetta di come quattro bambini un po’ cresciuti (ma non troppo) abbiano realizzato il Regno di Babbo Natale.

Una famiglia che ha compreso come il Natale non sia solo un periodo dell’anno, ma un vero e proprio stile di vita. Giorgio Onorato Aquilani, autore di quest’opera, ci consente durante la lettura di capire fino in fondo la magia del Natale, che spesso si sottovaluta o si commercializza senza sapere (o capire) che è sicuramente una festa segnata in rosso, ma è soprattutto un’emozione che sta in fondo a tutti noi.

Babbo e Mamma Natale

Chiunque potrà godere di questa straordinaria lettura, poiché il libro sarà scaricabile gratuitamente attraverso un qrcode, presente in qualsiasi oggetto, decorazione, scontrino o immagine direttamente legata al Regno di Babbo Natale, oppure semplicemente seguendo questo link: https://www.ilregnodibabbonatale.it/ognigiornonatale.pdf Un modo ancora più incisivo di far comprendere il messaggio che da sempre Vetralla usa come dottrina: il Natale è di tutti. Il Natale è per tutti.

ELFIDEA – DOVE PUOI PERSONALIZZARE IL NATALE A MODO TUO

Una delle novità del 2022 è la linea Elfidea, la collezione di esclusive decorazioni regalo personalizzabili con il nome! Oltre ad una vasta serie di prodotti Natalizi con tutti i personaggi del Regno di Babbo Natale. Inoltre, Mugs, Jumpers (maglioni Natalizi), Cappellini, Calzette, Puzzles, Peluches, Pins da Collezione, SnowGlobes, Fashion Wear e decorazioni da appendere. Elfidea è il brand che sorge dalla visione e dai valori del Regno di Babbo Natale che ogni anno ci coinvolge in riflessioni profonde, ricordandoci che il valore di un regalo sta nell’intenzione, nel significato e nel gesto d’amore di chi lo dona.

Elfidea

IL TOUR OPERATOR UFFICIALE

Inoltre da questa stagione 2022 è attivo il servizio organizzato per le gite di gruppo da tutta Italia verso il Regno di Babbo Natale.

Una serie di pacchetti esclusivi alla scoperta di questo magico mondo, oltre ai colori e soprattutto i sapori della Tuscia Viterbese.

Visita il sito di Try Nature, il tour operator gite e gruppi ufficiale del Regno di Babbo Natale a questo link: https://www.trynature.it/il-regno-di-babbo-natale e chiama oggi stesso per muovere il primo passo verso un sogno da vivere ad occhi aperti.

Anton Giulio Grande omaggia la Calabria

Venezia: omaggio di Anton Giulio Grande alla sua Calabria. Sfila sul red carpet la dieciasettenne Claudia Campana top model emergente della moda internazionale con un abito ispirato all’arte bizantina.

È rosso purpureo il prezioso abito indossato dalla giovanissima Claudia Campana, top model in ascesa sulle passerelle di Armani e Dolce e Gabbana, per il red carpet della settantanovesima edizione della Mostra Internazionale d’arte cinematrografica di Venezia.

Anton Giulio Grande e Claudia Campana

Un omaggio di Anton Giulio Grande alla sua terra impresso in un abito di chiffon interamente ricamato a telaio con disegni geometrici che ricordano stilizzati gli elementi ornamentali dell’arte bizantina.

Anton Giulio Grande e Claudia Campana

Un lungo ed ampio mantello di organza dello stesso colore acceso avvolge l’abito, simbolo di una terra affascinante per la sua bellezza incontaminata e per la sua cultura secolare.

BARBARA VISSANI AI VERTICI DELLA “TOP 10 WEDDING INFLUENCER”

La nota Wedding Planner e Designer Barbara Vissani, si aggiudica il terzo posto nella classifica delle Top 10 Wedding Influencer Italiane.

Un meritatissimo successo quello che, in queste ore, ha premiato il lavoro della nota Wedding Planner e designer Barbara Vissani, scelta dal pubblico italiano come terza professionista nella classifica delle migliori wedding influencer.

Barbara Vissani

Secondo quanto emerge, infatti, da una ricerca basata sui dati della piattaforma digitale Flu Plus, tra un’audience composta per il 74%, da donne tra i 25 e i 34 anni, Barbara Vissani spicca per la notorietà e la qualità delle pubblicazioni.

Questo riconoscimento – afferma emozionata Barbara Vissani – premia il lungo e costante lavoro che svolgo quotidianamente con il mio staff, riconosciuto sia sui social che attraverso i media tradizionali. Abbiamo sempre pensato di rivolgerci alle utenti finali suggerendo quei dettagli che rendono unico ogni evento, mostrandone la realizzazione pratica.

Barbara Vissani

Barbara Vissani, protagonista delle tavole più eleganti per la rubrica del Tg2 “Costume e Società”, ha sempre puntato sugli elementi del made in Italy capaci di conferire quel tocco di unicità ai suoi progetti.

L’amore e la passione che infondiamo nel nostro lavoro – conclude Barbara – sono la cifra stilistica capace di fare la differenza che oggi trova una conferma nelle scelte del pubblico che gratifica e spinge a fare sempre meglio.

www.barbaravissani.it

Instagram Barbara VissaniFacebook Barbara Vissani

IL RACCONTO DEI GIOIELLI DI ANDREA FALCIONI ALL’EVENTO “ROMA È DI MODA. VIA VENETO EDITION CON ‘DIAMONDDIAMOND’ IN ONDA IL 12 SETTEMBRE SU EXPLORER HD CHANNEL

Andrà in onda lunedì 12 settembre 2022 alle ore 20:45, su EXPLORER HD CHANNEL 176 di Sky, in prima visione tv, l’episodio della serie tv DiamondDiamonD, dedicato a Roma è di Moda – Via Veneto Edition, la serata-evento che si è tenuta lo scorso 28 luglio, nella suggestiva cornice dell’iconica via Veneto.

Un evento organizzato per raccontare l’alto artigianato Made in Italy attraverso un percorso che intreccia tradizione manifatturiera e moda ecosostenibile con la danza, la recitazione e la musica. Ideato e curato da Stefano Dominella con la direzione artistica di Guillermo Mariotto e il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura, l’evento è stato promosso da Roma Capitale e dall’Assessorato Moda, Grandi Eventi, Turismo e Sport.

Nella puntata sono protagonisti la raffinata e sperimentale eco-couture di Alessandro Consiglio, gli splendidi abiti della stilista Naira Khachatryan, accompagnati dalle note del sopranista Paolo Anziliero e soprattutto adornati dai gioielli etici della DiamonDiamonD srl di Andrea Falcioni – che ha fornito i gioielli – protagonista del programma DiamondDiamond, già in onda su Explorer HD Channel.

Il programma, infatti, prodotto da Oberon Media International e ambientato a Roma, nello storico e raffinato showroom di DiamonDiamonD, racconta di Andrea, il proprietario, e il suo giovane ed esperto staff. In ogni puntata emozionante e ricca di colpi di scena, cercano di soddisfare le richieste dei clienti più esigenti e svelano al pubblico segreti, retroscena e storie d’amore e d’amicizia che nascono nel magico mondo dei diamanti.

LA PRODUZIONE

OBERON MEDIA INTERNATIONAL

Oberon Media International è una società che produce contenuti audiovisivi di alta definizione. È un’espansione di Oberon Media. Dal 2013 Oberon Media, sotto la guida della CEO Cristina Marques ha prodotto e co-prodotto film quali “Nati 2 volte” e “Tra le onde”, documentari, format, mostre, festival in Italia e all’estero ed opere liriche. Inoltre, Oberon Media ha creato un sistema innovativo per riprendere e portare gli eventi sportivi dal campo di gioco alle case degli spettatori. Oberon Media International si è specializzata nella produzione di contenuti originali, grazie al coinvolgimento di professionisti provenienti da vari settori: cinema, comunicazione, giornalismo, radio, televisione, musica, eventi e social media. In Oberon Media International la tecnologia, la professionalità e l’innovazione vanno di pari passo con l’attenzione alla diversità, all’inclusione, alla creatività e allo storytelling.

Per maggiori informazioni

www.explorertv.it (streaming online)

www.oberonmedia.it

commerciale@explorertv.it

info@explorertv.it

https://www.facebook.com/explorerchannelHD/

https://instagram.com/explorerchannelhd?utm_medium=copy_link

Marianna Bonavolontà madrina di un grande evento al resort Fonteverde

Il Fonteverde Lifestyle & Thermal Retreat, diretto da Piero Magrino, è stata lo scorso 27 agosto, la location di un evento unico ed esclusivo dove Marianna Bonavolontà ha fatto da madrina oltre che musa ispiratrice della stilista Maria Rita Giurlani.

Mentre agli ospiti veniva servito un aperitivo accompagnato da alcune portate preparate ad hoc per l’occasione dallo Chef del resort, si teneva la sfilata di moda e l’esibizione del talentuoso cantante Paolo Anziliero accompagnato dal pianista Fernando Diaz, che hanno peraltro dedicato a Marianna la canzone Granada.

La giornalista ha indossato due abiti: il primo realizzato in meno di dieci minuti con la tecnica del drappeggio (moulage); Il secondo abito indossato è stato realizzato sempre su misura per Marianna dalla stilista. 

La madrina ha avuto l’onore di indossare anche un prezioso collier di diamanti con un cuore di tanzanite da 3,5 carati ed un anello con zaffiro di 8,5 carati entrambi del noto brand DiamonDiamond, azienda che ha la sua Sede a Roma centro in via della scrofa.

La Bonavolontà durante l’evento era accompagnata anche dalla sua collega, amica e consulente d’immagine Elena Gobetti.

La kermesse blindatissima ha emozionato e fatto divertire tutto il pubblico. Marianna oggi è attesa alla 79′ Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.